SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Friuli, dal consiglio unanime richiesta di riforma del settore disabilità

Proposta di cambiamento della legge regionale 41 sui servizi e interventi sociali "a favore delle persone handicappate", risalente al 1996, dalla cui stessa terminologia si capisce essere non al passo con i cambiamenti della società

5 febbraio 2019

TRIESTE - Riformare la legge regionale 41 sui servizi e interventi sociali "a favore delle persone handicappate", risalente al 1996, dalla cui stessa terminologia si capisce essere non al passo con i cambiamenti della società. Lo chiede in una mozione il consigliere regionale Pd del Friuli Venezia Giulia, Francesco Russo che, dopo aver accettato un emendamento proveniente dai banchi della Lega, incassa l'appoggio e il voto favorevole unanime del Consiglio regionale. La mozione approvata sottolinea infatti, oltre la sensibilità della terminologia attuale -per cui si parla di persone con disabilità, e non di handicappati o invalidi-, l'avvenuta espansione del Terzo settore, inquadrato a livello nazionale. A questo non può essere delegata in toto la gestione delle attività sociali e sanitarie, spiega Russo, ma è ritenuto un valore aggiunto per il sistema.
 
Da tenere presente nella revisione poi l'invecchiamento della popolazione e l'aumento della speranza di vita, con risvolti sanitari, psicologici, familiari e assistenziali; la plasticità e la flessibilità della filiera dei servizi capace di adattarsi alle persone con disabilità in particolare scolastica e post scolastica; infine l'approvazione nel 2016 della cosiddetta "legge sul dopo di noi", che tutela persone con disabilità quando vengono a mancare i familiari che li hanno accuditi.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati