SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Basilicata, 500 euro per l'assistenza domiciliare mensile alle persone disabili

Per il triennio 2018 - 2020 la Regione Basilicata ha stanziato 3,6 milioni di euro per la copertura di questo servizio. L'iniziativa è compresa nella delibera approvata nell'ultima seduta di Giunta regionale

16 ottobre 2018

POTENZA - "I cittadini residenti in Basilicata che, in prima persona o tramite l'impiego a titolo oneroso di collaboratori, prestano cura e assistenza domiciliare a componenti del proprio nucleo familiare con disabilità gravissima, potranno contare su un contributo economico mensile di 500 euro". Per il triennio 2018 - 2020 la Regione Basilicata ha stanziato, infatti, 3,6 milioni di euro per la copertura di questo servizio. L'iniziativa è compresa nella delibera approvata nell'ultima seduta di Giunta regionale che tiene conto dei decreti del ministero del Lavoro e delle politiche sociali degli anni 2016 e 2017 relativi al riparto dei fondi per le non autosufficienze.
 
"Con questa iniziativa, non sostitutiva ma aggiuntiva e complementare rispetto agli interventi del servizio sanitario, il governo regionale - spiega la vicepresidente e assessore alle Politiche per la persona della Regione Basilicata, Flavia Franconi - intende sostenere i familiari e gli stessi pazienti che vivono una condizione di disabilità gravissima. Riconoscere il lavoro di assistenza domiciliare a persone, in prevalenza donne, che scelgono di restare accanto ai propri cari, spesso rinunciando a un impiego diverso e trascurando ambiti importanti della propria sfera personale, ci sembra un gesto di civiltà, oltre che di giustizia sociale".
 
"Questa misura - prosegue Franconi - si somma ad altre messe in campo dalla Regione a supporto di familiari e pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica e in stato vegetativo o di minima coscienza. Programmi di questo di tipo rendono possibile la presa in carico globale della persona e del suo nucleo familiare anagrafico, attraverso un Piano di assistenza individualizzato costruito dai servizi sociali comunali e dalle unità di valutazione multidimensionale e integrata dei bisogni riabilitativi dei Distretti sanitari con la collaborazione delle famiglie".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati