SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Vaccini, commissione Ue: contro le epidemie serve più cooperazione

In Europa stanno dilagando "epidemie senza precedenti di malattie che possono essere prevenute con i vaccini in diversi Paesi dell'Ue e Paesi vicini": lo spiega, in un editoriale, il direttore generale per il benessere e la sicurezza alimentare della Commissione europea

9 maggio 2018

ROMA - In Europa stanno dilagando "epidemie senza precedenti di malattie che possono essere prevenute con i vaccini in diversi Paesi dell'Ue e Paesi vicini": lo spiega, in un editoriale, il direttore generale per il benessere e la sicurezza alimentare della Commissione europea, Xavier Prats Monné. Il direttore continua affermando che "tra il 2016 e il 2017 i casi di morbillo nell'Ue sono triplicati e negli ultimi due anni 50 persone ne sono morte. Per quanto riguarda l'influenza stagionale, la copertura vaccinale tra le fasce d'età più avanzate resta notevolmente al di sotto dell'obiettivo del 75% e, secondo le stime dell'Ecdc, circa 40mila persone in Europa muoiono a causa delle sue complicazioni".
 
Secondo Monne', la sfida deve essere combattuta a livello europeo poiché le malattie non conoscono confini nazionali e "la carenza di immunizzazione in un solo Paese dell'Ue mette a rischio la salute e la sicurezza dei cittadini in tutta l'Ue. Il valore aggiunto dell'Ue nella lotta contro le malattie a prevenzione vaccinale è evidente". Il direttore sottolinea che sono necessarie strategie coordinate tra Commissione europea, le "nostre agenzie, le autorità nazionali e la società civile" per far fronte a questa crisi. "Nei mesi scorsi", spiega Monne', "abbiamo registrato un forte sostegno da parte di questi partner per il rafforzamento della nostra cooperazione".
 
Sul perché ci sia stata questa controtendenza dei cittadini Ue per le vaccinazioni, Monné commenta dicendo che nelle consultazioni che ha fatto la Commissione europea in merito, è emerso da parte dei cittadini la forte preoccupazione degli effetti collaterali che i vaccini possono avere e in generale la fiducia nei confronti della pratica vaccinatoria si e' ridotta notevolmente rispetto ai decenni precedenti.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati