SuperAbile







Muoversi in città con la funicolare

La scheda segnala alcune funicolare accessibili alle persone con disabilità presenti in diverse città italiane.

8 luglio 2020

l'approfondimento di superabile.it dedicato alle funicolari, mezzo alternativo o complementare in molte città italiane alla metropolitana, all'autobus, al tram, sperimentato con successo da cittadini e turisti. La funicolare consente al suo utilizzatore di raggiungere i punti di suo interesse risparmiando tempo, a beneficio dell'ambiente poiché è un mezzo poco inquinante e della persona stessa poiché chi lo utilizza si sottrae a lungo ore di traffico e code. In molte città italiane sono state realizzate funivie ex-novo; in altre sono state dismesse nel dopoguerra ma successivamente ammodernate e rimesse in funzione poiché ne è stata valutata l'efficienza come mezzo di collegamento e di attrazione turistica. Di seguito ne segnaliamo alcune.

Partiamo da Como e precisamente dalla funicolare Como-Brunate, inaugurata nel 1984 ed ancora in attività. In prossimità della stazione di partenza sono presenti un'area parcheggio e servizi igienici accessibili alle persone disabili. La funicolare è fruibile da passeggeri su sedia a ruote e raggiungere il paese di Brunate, cittadina dalle probabili origini celtiche, chiamata il Balcone delle Alpi. Arrivati alla stazione a monte il terreno è pianeggiante, ma la conformazione dell'area circostante presenta percorsi in salita. Per saperne di più si suggerisce di consultare il sito internet http://www.funicolarecomo.it/

Passiamo a Bergamo, dove la funicolare unisce la Bergamo Bassa e la Bergamo Alta. L'impianto venne inaugurato con due vetture nel 1887; nel 1906 fu rinnovato ed ampliato ed oggi è fruibile anche da persone con difficoltà visive o su sedia a ruote grazie a montascale ed alloggiamenti specifici. Nella Bergamo Bassa è presente un parcheggio multipiano con ascensore; la biglietteria é in piano; non sono presenti servizi igienici accessibili. Arrivati alla stazione della Città Alta è possibile raggiungere il colle di San Vigilio con un'altra funicolare, anche'essa fruibile da persona con disabilità tramite montascale. In quest'ultimo caso tuttavia,  per accedere alla cabina occorre superare un gradino di 10 cm. (il personale è disponibile all'aiuto). Maggiori informazioni sono reperibili navigando il il sito internet http://www.atb.bergamo.it

Anche Genova si caratterizza per le funicolari. La tratta Funicolare di Sant'Anna collega Piazza Portello al quartiere Castelletto; é la più antica delle funicolari ed è entrata in servizio nel 1891 con il sistema di funzionamento ad acqua. Nel febbraio 2012 è stato completato il progetto di revisione ed ammodernamento che ha reso accessibile l'impianto anche a persone su sedia a ruote. La seconda funicolare è la Zecca Righi che svolge un servizio importante nel collegamento tra il centro città e le alture genovesi del Righi. La stazione a valle si trova nel cuore del centro storico, vicinissimo a via Garibaldi e ai Musei di Strada Nuova ed è soprattutto utilizzata dai turisti poiché qui sono presenti molti dei punti turistici della città. Inoltre, a Genova è presente la ferrovia a cremagliera di Granarolo, una delle più antiche d'Italia costruita nel 1901. L'accesso nel vagone richiede l'aiuto del personale di stazione poiché è presente un gradino. Maggiori informazioni sono reperibili navigando il sito internet https://www.amt.genova.it/rete_e_orari/funicolari.asp 

Spostandoci a Napoli, segnaliamo che sono presenti ben quattro linee di trasporto in funicolare. Precisamente: funicolare Centrale collega il quartiere Vomero al centro storico della città; Funicolare di Mergellina collega Posillipo con il centro città (Via Caracciolo ed il porticciolo turistico di Mergellina); funicolare di Chiaia collega Via Cimarosa nel quartiere Vomero (nodo di interscambio con la linea 1 della metropolitana) con il rione Amedeo, nel quartiere Chiaia (interscambio con la linea 2); funicola Montesanto connette la parte più alta del quartiere Vomero con Piazzetta Montesanto dove incontra il nodo di interscambio con le ferrovie Sepsa (Cumana e Circumflegrea) e la linea 2 metropolitana.  Tutte le funicolari non presentano difficoltà di utilizzo per le persone con disabilità motorie; soltanto la stazione Montesanto ha un gradino di accesso in cabina superabile con l'aiuto del personale addetto. Nelle stazioni principali sono dislocati servizi igienici accessibili alle persone con disabilità. Maggiori informazioni sono reperibili navigando il sito internet http://www.anm.it/index.php?option=com_content&task=view&id=73&Itemid=100

Infine, per raggiungere la famosa piazzetta di Capri, anche in questo caso viene in aiuto la funicolare. Costruita nel 1892 per facilitare l'ascesa nella parte alta dell'isola e per sostituire il mulo come unico mezzo di trasporto fino ad allora utilizzato, la funivia prevede solo due fermate. L'impianto è accessibile a persone con disabilità motorie grazie alla presenza di un ascensore che dalla biglietteria conduce alla cabina. I servizi igienici accessibili sono ubicati nel parcheggio attiguo. L'accesso con mezzi propri da parte dei non residenti sull'isola è consentito soltanto da novembre a Pasqua. Maggiori informazioni sono reperibili navigando il sito internet http://www.capri.it/it/muoversi-sull-isola

Immagine tratta da pixabay.com

di Francesca Tulli

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati