SuperAbile







Valle d'Aosta: infortuni in calo del 6,6%

Presentato il Rapporto regionale Inail 2009. Salgono da due a cinque i casi mortali: un dato che, percentualmente, si traduce in un incremento del 150%. A pesare su questo bilancio anche l'incidente dello scorso settembre sul Monte Bianco quando, a seguito del precipitare di un elicottero, hanno perso la vita due tecnici di volo

25 novembre 2010

AOSTA - L'andamento infortunistico 2009 in Valle d'Aosta registra un andamento positivo rispetto al 2008: gli incidenti sul lavoro segnano, infatti, una diminuzione del 6,6% (2.586 nel 2008 2.321 nel 2009). Crescono invece i casi mortali, che sono passati da due a cinque: numeri che, percentualmente, si traducono in un aumento del 150%. I dati emergono dal Rapporto regionale 2009 Inail Valle d'Aosta.

Per quanto riguarda i settori lavorativi  si registra un calo del 7,4% nell'industria e servizi con 2.114 infortuni nel 2009 contro 2.283 dell'anno precedente, mentre in agricoltura diminuiscono gli infortuni da 185 a 179 (4,9%).Gli infortuni  occorsi ai dipendenti dello Stato, invece, sono aumentati dell'82,4% (17 nel 2008 31 nel 2009). Diminuiscono del 10, 2% gli infortuni in itinere (percorso casa-lavoro-casa). In leggero aumento gli infortuni stradali da 234 nel 2008 a 247 nel 2009 (+5,6%).

"A grandi linee la Valle d'Aosta rispecchia il dato nazionale", sottolinea il direttore regionale INAIL, Virginia Tenore. "Tuttavia, bisogna precisare che la nostra è una realtà molto piccola, e sui piccoli numeri le incidenze dei singoli casi sono molto più elevate. Interessante invece la diminuzione significativa degli infortuni riguardanti gli stranieri (-22,5%). Per quanto riguarda gli infortuni mortali, lo scorso anno è stato un anno tragico, si sono infatti verificati cinque infortuni mortali. Da ricordare il tragico incidente dell'elicottero precipitato sul Monte bianco nello scorso settembre, costato la vita a due tecnici di volo".

In controtendenza rispetto alla media nazionale l'andamento  delle malattie professionali. In Italia nel 2009 i casi segnalati sono aumentati del 15,7%, mentre nella nostra regione sono diminuiti del 16,7%. "Le malattie professionali vengono poco denunciate", conclude Tenore. "Nonostante le campagne informative dell'Inail, solo 35 casi sono state denunciati nel 2009".

(26 novembre 2010)

di d.marsicano

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati