SuperAbile







Istituito con decreto ministeriale l'osservatorio nazionale del lavoro agile nella pubblica amministrazione

Con Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione 4 novembre 2020 è stato istituito l’Osservatorio Nazionale del lavoro agile nella Pubblica Amministrazione previsto dall’art. 263 - comma 3-bis del Decreto Legge n. 34/2020 (Decreto Rilancio)

19 novembre 2020

Con Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione 4 novembre 2020 è stato istituito l’Osservatorio Nazionale del lavoro agile nella Pubblica Amministrazione previsto dall’art. 263 - comma 3-bis del Decreto Legge n. 34/2020 (Decreto Rilancio).
L’Osservatorio sarà composto da 27 rappresentanti di Governo, Regioni, enti locali, Inps, Istat, Inail, Inapp e altre istituzioni, tra cui un membro dell’Enea, per approfondire gli aspetti connessi alle tecnologie, all’energia e allo sviluppo sostenibile. Ad essi si aggiungeranno 10 esperti del settore pubblico e privato o provenienti dal mondo universitario, che andranno a costituire una Commissione tecnica di supporto.
Le competenze dell’Osservatorio sono definite all’art. 2 del Decreto e consistono nel:
a) supportare la elaborazione di proposte e la definizione di indirizzi tecnico-metodologici in materia di lavoro agile in una prospettiva sistemica e multidisciplinare (innovazione amministrativa, organizzativa e tecnologica, gestione e sviluppo delle risorse umane, conciliazione vita - lavoro, sviluppo delle competenze individuali dei dipendenti e delle capacità manageriali della dirigenza nella P.A.);
b) svolgere attività consultive, di studio e analisi a supporto della elaborazione di proposte per l’attuazione del lavoro agile nelle amministrazioni tenendo conto delle migliori pratiche;
c) analizzare, nel complesso, l’implementazione dei piani organizzativi del lavoro agile (POLA) di cui all’articolo 263 del decreto-legge n. 34 del 2020;
d) analizzare, anche attraverso i risultati del monitoraggio dell’attuazione del lavoro agile, i relativi effetti sull’organizzazione delle amministrazioni e sulle attività svolte dalle stesse, in particolare sui servizi erogati a cittadini e imprese;
e) promuovere specifiche iniziative di sensibilizzazione e di comunicazione in materia di lavoro agile, anche attraverso la “Conferenza nazionale sul lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche”, indetta di norma con cadenza biennale. 
 
L’art. 3 del Decreto prevede che l’Osservatorio adotta annualmente e aggiorna periodicamente, un proprio programma delle attività che individua, in particolare:
a) i temi da approfondire in via prioritaria ai fini della promozione, della diffusione e della efficace attuazione del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche;
b) le fonti informative di carattere scientifico, le basi dati statistiche e i sistemi informativi necessari per supportare l’esercizio delle competenze dell’Osservatorio;
c) le specifiche iniziative di rilevazione, studio, analisi e approfondimento tecnico-metodologico in materia di lavoro agile da realizzare e i risultati previsti.
 
Per l’adozione del programma di attività e, più in generale, per lo svolgimento dei compiti assegnati, l’Osservatorio può prevedere iniziative di consultazione, audizioni e altre forme di partecipazione dei principali portatori di interesse, in modo da promuoverne la valorizzazione dei contributi rispetto all’attuazione del lavoro agile nelle amministrazioni. Ai fini dello svolgimento delle sue attività, l’Osservatorio può operare, in relazione agli specifici ambiti individuati nel proprio programma, in gruppi di lavoro, costituiti anche informalmente sotto il coordinamento della Commissione tecnica.
Le riunioni dell’Osservatorio, della Commissione tecnica e dei gruppi di lavoro si svolgono, di norma, con modalità telematiche. La partecipazione non comporta la corresponsione di emolumenti, compensi, indennità o rimborsi di spese comunque denominati.
I risultati dell’attività dell’Osservatorio, oltre ad essere promossi, discussi e approfonditi nell’ambito della “Conferenza nazionale sul lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche” sono periodicamente diffusi attraverso i canali della comunicazione istituzionale, mediante la realizzazione di una specifica sezione del sito istituzionale del Dipartimento della funzione pubblica. 
Il testo del Decreto Ministeriale 4 novembre 2020 consultabile qui http://www.funzionepubblica.gov.it/sites/funzionepubblica.gov.it/files/DM_Osservatorio_sw.pdf è in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
 
 
 

di Alessandra Torregiani

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati