SuperAbile







Inps 1667/2020 indicazioni sulle tutele art. 26 D.L. 18 del 17 marzo 2020

L’INPS, con il messaggio n. 1667 del 23 aprile 2021, fornisce le istruzioni operative per il riconoscimento delle tutele di cui all’articolo 26 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 nei confronti dei lavoratori dipendenti del settore privato aventi diritto alla tutela previdenziale della malattia riconosciuta dall’INPS.

3 maggio 2021

Il legislatore con decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41 (c.d. decreto Sostegni) è intervenuto sulle tutele in favore dei lavoratori “fragili”, di cui al citato articolo 26 del decreto-legge n. 18/2020, estendendo fino al 30 giugno 2021 l’equiparazione del periodo di assenza dal lavoro a degenza ospedaliera (secondo quanto previsto al comma 2 dell’articolo 26) e precisando che la tutela è riconosciuta al lavoratore laddove la prestazione lavorativa non possa essere resa in modalità di lavoro agile ai sensi del comma 2-bis dell’articolo 26.
L’INPS, con il messaggio n. 1667 del 23 aprile 2021, fornisce le istruzioni operative per il riconoscimento delle tutele di cui all’articolo 26 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 nei confronti dei lavoratori dipendenti del settore privato aventi diritto alla tutela previdenziale della malattia riconosciuta dall’INPS.
Con la pubblicazione della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (legge di bilancio 2021) è stato disposto al comma 481 art. 1 che “le disposizioni  dell'articolo  26,  commi  2  e  2-bis,  del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18,  convertito,  con  modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, si applicano nel  periodo  dal  1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021”.
Pertanto, sulla base del nuovo quadro normativo, l’Istituto procederà al riconoscimento della tutela ai lavoratori “fragili” del settore privato assicurati per la malattia, dal 17 marzo 2020 al 31 dicembre 2020 e dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021, compatibilmente con la disponibilità e nei limiti delle risorse finanziarie assegnate, secondo la specifica disciplina di riferimento per la categoria lavorativa e il settore di appartenenza.
Inoltre la stessa legge di bilancio al comma 484 art. 1 in merito alla tutela della quarantena per il 2021, ha disposto che, a decorrere dal 1° gennaio 2021, venisse eliminato l’obbligo, per il medico curante di indicare gli estremi del provvedimento che ha dato origine alla stessa, precedentemente previsto al comma 3 dell’articolo 26 del decreto legge n. 18/2020 (come già illustrato nel citato messaggio n. 171/2021).

Si rimanda alla lettura del messaggio inps n. 1667 del 23 aprile 2021 reperibile al seguente link
https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2FMessaggi%2FMessaggio%20numero%201667%20del%2023-04-2021.htm

© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore
Immagine tratta da pixabay.com

di Giorgia Di Cristofaro

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati