SuperAbile







Esposizione amianto compatibilità tra rendita Inail e pensione di inabilità

Il DECRETO 31 maggio 2017 disciplina i criteri e le modalita' previste per la concessione, di una pensione di inabilita'.

21 luglio 2017

La rendita vitalizia liquidata dall’Inail  per i soggetti affetti da malattie, di origine professionale derivanti da esposizioni all’amianto è incumulabile con la pensione di inabilità di cui al Decreto 31 maggio 2017 (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)
 
Il DECRETO 31 maggio 2017
disciplina i criteri e le modalita'  per  la concessione,  di una pensione di inabilita'  al  lavoratore  iscritto all'assicurazione generale obbligatoria  e  alle  forme  esclusive  e sostitutive.   

I soggetti destinatari di tale beneficio sono gli affetti da:
  • mesotelioma pleurico (c45.0),
  • mesotelioma pericardico(c45.2),
  • mesotelioma peritoneale (c45.1), 
  • mesotelioma della  tunica vaginale del testicolo (c45.7),
  • carcinoma polmonare (c34)
  • asbestosi(j61),
riconosciuti di origine professionale, ovvero quale causa  di servizio.

La pensione di inabilità spetta a coloro i quali sono in possesso dei seguenti requisiti:
  1. devono essere versati o accreditati  contributi a  favore  dell'assicurato  almeno cinque anni nell'arco dell'intera vita lavorativa
  2. riconoscimento,  da  parte   dell'INAIL   o   di  altre amministrazioni  competenti  secondo  la  normativa  vigente,   delle patologie di origine professionale, ovvero quale causa  di  servizio, sopra descritte, anche  qualora  l'assicurato  non   si   trovi nell'assoluta  e  permanente  impossibilita'  a  svolgere   qualsiasi attivita' lavorativa.
 
Incompatibilita' e incumulabilita' 

La pensione di inabilita' di cui al presente decreto:
    a) e' incompatibile con lo svolgimento da parte del  titolare  di qualsiasi attivita' lavorativa dipendente o autonoma;
    b) e' incumulabile con la  rendita  vitalizia  liquidata  per  lo stesso evento invalidante, a norma  del  testo  unico  approvato  con decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124;
    c) e' incumulabile  con  altri  benefici  pensionistici  previsti dalla normativa vigente.

La domanda di accesso al beneficio:

Le domanda di  accesso  al  beneficio  va presentata  all'INPS entro e non oltre il 31 marzo di ogni anno.
 
Comunicazione dell'esito della domanda di accesso al beneficio

L'INPS, all'esito del monitoraggio delle domande di cui all'art.comunica all'interessato:

    a)  l'accesso  al  beneficio,  accertata  la  sussistenza   della relativa copertura finanziaria;
    b) l'accesso al beneficio, con indicazione della prima decorrenza utile della pensione  di  inabilita'  di cui  al  presente  decreto,differita in ragione  dello  scostamento  del  numero  delle  domande rispetto ai limiti annuali di spesa;
    c) il rigetto della  domanda  di  accesso  al  beneficio  qualora l'interessato non risulti in possesso dei requisiti previsti.

Per Approfondire:

DECRETO 31 maggio 2017 (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) la Pensione di inabilita' per soggetti affetti da malattie,  di  origine  professionale,  derivanti  da  esposizioni  all'amianto,   ai   sensi dell'art. 1, comma 250, legge 11 dicembre  2016,  n.  232  (legge  di bilancio 2017)
  1.  Fondo in favore degli eredi delle vittime amianto operazioni portuali
  2. Legge stabilità 2016, Mesotelioma, Fondo vittime dell'amianto
  3. Legge Stabilità 2016, L. 28 dicembre 2015, n. 208, articolo 1 - c. 277, 278, 279, 292 amianto

 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati