SuperAbile







Morti bianche, Ugl: Lo stillicidio continua

Lo ha dichiarato il segretario confederale Nazareno Mollicone: “Perfino nel giorno del funerale dell’ultima vittima della tragedia di Torino alla TyssenKrupp siamo costretti a piangere un operaio morto in provincia di Potenza”

3 gennaio 2008

ROMA – “Un altro morto sul lavoro. Perfino nel giorno del funerale dell’ultima vittima della tragedia di Torino alla TyssenKrupp siamo costretti a piangere un operaio morto in provincia di Potenza. Lo stillicidio di morti bianche non si arresta”. È quanto dichiara il segretario confederale dell’Ugl, Nazareno Mollicone, aggiungendo che “anche il 2008 inizia ricordandoci che la sicurezza nei luoghi di lavoro e’ un’emergenza che non deve essere dimenticata. Eppure l’attenzione sul fenomeno e’ gia’ diminuita e i media lo stanno abbandonando. Ma l’allarme resta alto”.

“Per porre un freno a questa emergenza sociale - conclude Mollicone - è necessario il lavoro unitario di sindacati, imprese, governo e istituzioni locali. Serve intensificare i controlli, maggiore informazione e promuovere il progressivo radicarsi di una cultura della sicurezza dentro e fuori i luoghi di lavoro. Per questo - chiude il sindacalista - sarebbe importante predisporre al più presto un piano di formazione e prevenzione, coinvolgendo le scuole, fin da quelle elementari”

(4 gennaio 2008)

di e.proietti

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati