SuperAbile







Anmil, presentato il III rapporto su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Forni: “Dopo il Covid lavoratori ancora più fragili”

La scarsa qualità delle condizioni lavorative rimane il problema principale dei mercati del lavoro: “Nonostante i numerosi sforzi messi in atto, abbiamo ancora molta strada da fare, specialmente a livello nazionale. Anche laddove le norme esistono, quello che manca è l’effettività delle tutele”

16 settembre 2020

ROMA - La scarsa qualità delle condizioni lavorative rimane il problema principale dei mercati del lavoro. È quanto emerge dal Terzo Rapporto sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro presentato questa mattina dall’’ANMIL (Associazione Nazionale tra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro). Lo studio, realizzato dall’Associazione stessa per fare il punto sui principali interventi del legislatore, della giurisprudenza, della prassi amministrativa e del mondo della ricerca in materia di salvaguardia della salute dei lavoratori in ambito lavorativo, è stato presentato nella Sala della Protomoteca al Campidoglio con il Patrocinio di Roma Capitale.

“Il quadro emerso dal rapporto – dichiara il Presidente dell’’ANMIL Zoello Forni, - ci ha mostrato che, nonostante i numerosi sforzi messi in atto, abbiamo ancora molta strada da fare, specialmente a livello nazionale. In primo luogo, c’è necessità di semplificazione e completamento della disciplina prevenzionistica del Testo Unico di Sicurezza (il complesso di norme della Repubblica Italiana, in materia di salute e sicurezza sul lavoro). Perché anche laddove le norme esistono, quello che manca è l’effettività delle tutele. Un quadro che si è peraltro aggravato, sul piano prevenzionistico, con le complessità di gestione della sicurezza dei lavoratori legate alla pandemia. Allo stesso tempo, sul piano sociale, viste le difficoltà economiche che non stanno risparmiando mercato del lavoro e imprese, molti lavoratori, soprattutto i più vulnerabili, ne escono ancor più fragili”.

Durante la conferenza sono intervenuti anche l'Assessore al Personale, Anagrafe e stato civile, Servizi Demografici ed Elettorali Antonio De Santis, Delegato della Sindaca Virginia Raggi; il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo; il Presidente INAIL Franco Bettoni; la Responsabile dell'Ufficio Salute e Sicurezza ANMIL Maria Giovannone; il Principal Administrator European Commission "Social Affairs and Inclusion" Antonio Cammarota (collegamento in streaming da Bruxelles) e il Magistrato della Corte di Cassazione Bruno Giordano.

Al Rapporto è stato inoltre aggiunto un addendum interamente dedicato all’emergenza Covid-19, contenente tanto una fotografia statistica della pandemia quanto una ricognizione dei principali atti normativi nazionali e internazionali volti a fronteggiare la pandemia.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati