SuperAbile







Lavoro, Inail: regione Lazio, laboratorio di sicurezza per tutto il paese

L’intervento del direttore generale, Giuseppe Lucibello, in occasione della presentazione del protocollo d'intesa sottoscritto tra la Regione Lazio e 30 enti tra istituti, associazioni datoriali e sindacati per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

30 aprile 2019

ROMA - "Questo lavoro con la Regione Lazio non si esaurisce semplicemente come un'iniziativa in vista del primo maggio. Questo protocollo ha una prospettiva di replicabilità in vista dell'attuazione di un protocollo nazionale straordinario sulla sicurezza, sempre più necessario dopo le ultime analisi di infortuni e tristi casistiche mortali". Lo ha detto il direttore generale dell'Inail, Giuseppe Lucibello, in occasione della presentazione del protocollo d'intesa sottoscritto tra la Regione Lazio e 30 enti tra istituti, associazioni datoriali e sindacati con lo stanziamento iniziale di 2 milioni di euro per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
 
Da oggi, ha sottolineato Lucibello, "si potrà lavorare alacremente su quello che è un documento completo che prevede la condivisione dei dati, degli interventi da adottare, una due diligence sulla cattiva formazione e su quanta efficace ne serva, il coinvolgimento del sistema di rappresentanza. Noi ci siamo, saremo garanti dell'imparzialità dei dati e forniremo supporto tecnico: questo lavoro apre la strada a un documento di valutazione dei rischi che non sia solo forma ma sostanza per registrare l'effettivo stato di salute del lavoratore. Da domani il Lazio sarà un laboratorio utile per un'azione a 360 gradi che deve essere assolutamente adottata".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati