SuperAbile







Lavoro, In Emilia-Romagna mille inserimenti grazie alla legge regionale del 2015

Delle 5.700 persone prese in carico, 4.700 hanno sottoscritto un patto di servizio personalizzato: oltre la metà è over 40. Il 20% è stato assunto, di cui il 5% a tempo indeterminato. In Regione la relazione sulla clausola valutativa collegata alla normativa per l'inserimento di persone fragili e vulnerabili

11 febbraio 2019

BOLOGNA – Su 5.700 persone prese in carico, sono 4.700 quelle che hanno sottoscritto un patto di servizio personalizzato. Tra questi quasi mille (oltre il 20 per cento) hanno ottenuto un contratto di lavoro, di cui il 5% a tempo indeterminato. Delle persone che hanno sottoscritto il patto, oltre la metà (il 55%) è over 40. Sono i dati emersi dalla relazione sulla clausola valutativa collegata alla Legge regionale 14/2015 (sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità) che è stata illustrata in Commissione Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport e Legalità presieduta da Giuseppe Paruolo. Target del provvedimento sono le persone disoccupate o inoccupate la cui condizione si caratterizza per la compresenza di problematiche afferenti alla dimensione sociale o sanitaria e la cui inclusione viene perseguita attraverso il lavoro anche tramite programmi personalizzati. Sono più di 16 mila le persone trattate. Tra quelle prese in carico dalle equipe multiprofessionali dei servizi sociali e sanitari e dei servizi pubblici del lavoro circa 2 mila sono straniere, il 77% è disoccupato, le fasce di età più rappresentate sono quelle oltre i 40 anni.
 
“Una sfida vinta”. È quello che ha detto Francesca Marchetti, consigliera regionale del Pd, sollecitando gli assessorati regionali interessati a “programmare un'iniziativa pubblica, seminariale, di confronto con i territori, con l'obiettivo di superare le criticità esistenti”. (lp)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati