SuperAbile







Amianto, morti per mesotelioma: 4 città marchigiane tra le prime 100

"Forte preoccupazione per la presenza di quattro città marchigiane (Ancona, Falconara, Senigallia e Pesaro) tra le prime cento città italiane con un'alta percentuale di morti per mesotelioma secondo l'Inail". Lo spiegano in una nota le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil

3 dicembre 2018

ANCONA - "Forte preoccupazione per la presenza di quattro città marchigiane (Ancona, Falconara, Senigallia e Pesaro) tra le prime cento città italiane con un'alta percentuale di morti per mesotelioma secondo l'Inail". Lo spiegano in una nota le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil che pomeriggio hanno incontrato il viceprefetto di Ancona Clemente Di Nuzzo per un confronto sul tema dell'eccessiva presenza di amianto nel territorio regionale. Il mesotelioma infatti e' un tumore raro associato soprattutto all'esposizione all'amianto.
 
I sindacati hanno ricordato di essere impegnati nella campagna di sensibilizzazione 'L'Italia libera dall'amianto entro il 2018'. Tra le proposte sindacali avanzate la necessità del riconoscimento delle vittime da malattie professionali e non, la possibilità di prorogare al 2019 le richieste di riconoscimento, velocizzare l'iter burocratico per l'individuazione di patologie legate all'amianto e per l'erogazione delle prestazioni. "Considerato il forte impatto nelle Marche- conclude la nota-. Abbiamo chiesto e già fissato un incontro con l'assessore regionale all'Ambiente per una verifica delle aree da bonificare e, con l'Asur, per monitorare i casi di patologie collegate all'amianto".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati