SuperAbile







Val d’Aosta, più facile il lavoro per le persone disabili

Approvato un provvedimento che dà la possibilità alle imprese di avvalersi delle cooperative per svolgere dei lavori da affidare a lavoratori appartenenti alle categorie protette. Questi saranno individuati insieme all'ufficio regionale competente di collocamento mirato

26 giugno 2017

AOSTA - L'Amministrazione regionale della Valle d’Aosta ha approvato un provvedimento per incentivare l'assunzione di lavoratori disabili da parte delle imprese coinvolgendo le cooperative sociali. Grazie ad una apposita convenzione, prevista da una bozza di accordo quadro approvata in giunta, le imprese avranno la possibilità di avvalersi delle cooperative per svolgere dei lavori da affidare a lavoratori appartenenti alle categorie protette. Questi saranno individuati insieme all'ufficio regionale competente di collocamento mirato.
 
L’obiettivo è favorire occupazione e inclusione sociale per i lavoratori con disabilità: l’accordo prevede che, attraverso la sottoscrizione di una convenzione con l'Amministrazione regionale e una cooperativa, le imprese possano affidare commesse di lavoro a cooperative sociali e loro consorzi. Le cooperative coinvolte in tali commesse effettueranno l'assunzione di lavoratori con disabilità che presentino particolari difficoltà di inserimento nel ciclo lavorativo ordinario, individuate in collaborazione con l'ufficio regionale competente; le cooperative si impegnano ad accompagnare il lavoratore con disabilità nel processo di integrazione lavorativa attraverso un progetto individuale finalizzato a supportare sia l'apprendimento delle mansioni sia l'inclusione nel contesto aziendale.
 
Grazie a questo accordo - ha ricordato l'assessore alle Attività produttive, Fabrizio Roscio - rispetto al computo complessivo previsto dalle legge le imprese possono affidare lavori a cooperative e queste si fanno carico di assumere dipendenti in disabilità che compensano in parte gli obblighi dell'azienda. Gli aspetti positivi sono per tutti - ha sottolineato Roscio -: le cooperative e le aziende lavorano ed i lavoratori con disabilità vengono realmente collocati».
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati