SuperAbile







Valutazione alunni con disabilità scuola primaria (ex elementare)

La scuola primaria è articolata in un primo anno, teso al raggiungimento delle strumentalità di base, e in due periodi didattici biennali.

4 giugno 2020

Pubblicata l'Ordinanza Ministeriale sulla valutazione finale e recupero degli apprendimenti, relativa all'anno scolastico 2019/20, per l'emergenza coronavirus.

Ordinanza Ministeriale del 16 maggio 2020 n. 11 (Ordinanza concernente la valutazione finale degli alunni per l'anno scolastico 2019/2020 e prime disposizioni per il recupero degli apprendimenti)

Nella scuola primaria la valutazione dell'alunno con disabilità certificata dalla Legge 104/92, deve trovare dei punti d'incontro con quella della classe di appartenenza, considerando le competenze e le potenzialità di ciascuno. Gli insegnanti hanno a disposizione gli strumenti per costruire e valutare percorsi e competenze degli alunni attraverso il Piano Educativo Individualizzato (PEI) e il Piano di Studio Personalizzato (PSP).

La valutazione degli alunni con disabilità, in base al piano educativo individualizzato, deve verificare il progresso compiuto in rapporto alle sue potenzialità e ai livelli di apprendimento iniziali (art. 16 comma 2 legge 104/92). Per alcune discipline si possono adottare particolari criteri didattici, quali attività integrative anche in sostituzione parziale dei contenuti programmatici di alcune discipline (art. 16 comma 1 legge 104/92).

La valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni e la certificazione delle competenze acquisite sono effettuati mediante l'attribuzione di voti espressi in decimi e illustrate con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dall'alunno.

Con decisione assunta all'unanimità, i docenti possono non ammettere l'alunno alla classe successiva, ma solo in casi eccezionali e comprovati da specifica motivazione.

L'esame di licenza elementare non viene più effettuato, come disposto dall'art. 19 comma 3 del Decreto Legislativo 19 febbraio 2004 n. 59.

Nel Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 62, applicativo della Legge 13 luglio 2015 n. 107 sulle norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo in vigore dal 1 settembre 2017, vengono confermate delle norme già presenti al riguardo. Viene sottolineata l'importanza della collaborazione tra scuola e famiglia, tramite modalità di comunicazione efficaci e trasparenti.

Gli alunni della scuola primaria sono ammessi alla classe successiva e alla prima classe di scuola secondaria di primo grado anche in presenza di livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione. Nel caso in cui le valutazioni periodiche o finali degli alunni indichino livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione, l'istituzione scolastica, nell'ambito dell'autonomia didattica e organizzativa, attiva specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento.

Per gli alunni con disabilità certificata, l'ammissione alla classe successiva e alla prima classe di scuola secondaria di primo grado avviene secondo quanto disposto dal Piano Educativo Individualizzato (PEI). Anche i modelli nazionali per la certificazione delle competenze sono emanati, con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, in coerenza con il Piano Educativo Individualizzato.

I docenti di sostegno partecipano alla valutazione di tutti gli alunni della classe e nel caso in cui a più docenti di sostegno sia affidato, nel corso dell'anno scolastico, lo stesso alunno con disabilità, la valutazione è espressa congiuntamente.

Riferimenti normativi

Decreto-Legge 8 aprile 2020 n. 22
(Misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato);

Decreto Legislativo 7 agosto 2019 n. 96 (Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, recante: «Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107»);

Decreto Ministeriale 3 ottobre 2017 n. 742 (Certificazione delle competenze del Primo Ciclo di Istruzione ai sensi dell'art. 9, comma 3, del decreto legislativo 62/2017);

Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 66 (Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107);

Decreto Legislativo del 13 aprile 2017 n. 62 (Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera i), della legge 13 luglio 2015, n. 107);

Legge 13 luglio 2015 n. 107 (Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti);

Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009 n. 122 (Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni e ulteriori modalità applicative in materia, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169);

Legge 3 marzo 2009 n. 18 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a New York il 13 dicembre 2006 e istituzione dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità);

Legge 30 ottobre 2008 n. 169 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1º settembre 2008, n. 137, recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università);

Decreto Legislativo 19 febbraio 2004 n. 59 (Definizione delle norme generali relative alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo dell'istruzione, a norma dell'articolo 1 della legge 28 marzo 2003, n. 53);

Legge 28 marzo 2003 n. 53 (Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull'istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale);

Legge 5 febbraio 1992 n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati