SuperAbile







Esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione 2016

Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami per l'anno scolastico 2015/2016.

23 maggio 2016

La sessione ordinaria della prova nazionale prevista nell'ambito dell'esame di stato conclusivo del primo ciclo di istruzione è stata anticipata al 16 giugno 2016, con inizio alle ore 8,30, anziché in data 17 giugno 2016 (Ordinanza ministeriale del del 23 maggio 2016 n. 316). 

La Circolare Ministeriale n. 48 del 31 maggio 2012, contiene indicazioni a carattere permanente, per lo svolgimento degli esami di Stato della scuola secondaria di primo grado.

Per gli alunni con disabilità, come già descritto nella Circolare del 31 maggio 2012 n. 48, sono predisposte prove di esame, comprensive della prova a carattere nazionale INVALSI, specifiche per gli insegnamenti impartiti, idonee a valutare il progresso dell'alunno in rapporto alle sue potenzialità e ai livelli di apprendimento iniziali (articolo 16 commi 1 e 2 legge 104/92, art. 11 comma 11 O.M. 90/01) e sono sostenute anche con l'uso di attrezzature tecniche e sussidi didattici, nonché di ogni altra forma di ausilio tecnico necessario. Le prove sono adattate, ove necessario, in relazione al piano educativo individualizzato, a cura dei docenti componenti la Commissione e hanno valore equivalente a quelle ordinarie ai fini del superamento dell'esame e del conseguimento del diploma di licenza. Agli alunni con disabilità che non conseguono la licenza (art. 11 comma 12 O.M. del 21 maggio 2001 n. 90) è rilasciato un attestato di credito formativo valido per l'iscrizione e per la frequenza delle classi successive, ai soli fini del riconoscimento di crediti formativi validi anche per l'accesso ai percorsi integrati di istruzione e formazione.

Per i candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA), la Commissione prenderà in esame le modalità didattiche e le forme di valutazione individuate nell'ambito dei percorsi didattici individualizzati e personalizzati. Sulla base di tale documentazione e di tutti gli elementi forniti dai Consigli di classe, la Commissione predisporrà adeguate modalità di svolgimento delle prove scritte e orali, prevedendo alcune particolari attenzioni finalizzate a rendere sereno il clima durante l'esame. Per i candidati che hanno seguito un percorso didattico ordinario (articolo 6 comma 5 del Decreto Ministeriale del 12 luglio 2011 n. 5669), con la sola dispensa dalle prove scritte di lingue straniere, la Commissione predisporrà una prova orale sostitutiva di tali prove scritte nell'ambito del colloquio pluridisciplinare. I candidati che hanno seguito un percorso didattico differenziato (articolo 6 comma 6 del Decreto Ministeriale del 12 luglio 2011 n. 5669), con esonero dall'insegnamento delle lingue straniere, e che siano stati valutati dal consiglio di classe con l'attribuzione di voti relativi unicamente allo svolgimento di tale piano, potranno sostenere prove differenziate, coerenti con il percorso svolto, finalizzate solo al rilascio dell'attestato di credito formativo.

Nota
Nel diploma di licenza degli alunni con disabilità e degli alunni con disturbi specifici di apprendimento è riportato il voto finale in decimi senza menzione alle modalità di svolgimento e di differenziazione delle prove.

Per i candidati con altri bisogni educativi speciali (BES), individuati dal Consiglio di classe, con difficoltà di apprendimento di varia natura, dovranno essere fornite alla Commissione d'esame utili e opportune indicazioni per consentire a tali alunni di sostenere adeguatamente l'esame in base alla Direttiva del 27 dicembre 2012, e dalle successive circolari e note di pari oggetto. In ogni caso non è prevista alcuna misura dispensativa per candidati con altri bisogni educativi speciali in sede di esame, mentre è possibile concedere strumenti compensativi, in analogia a quanto previsto per studenti con DSA.

Riferimenti normativi

Ordinanza Ministeriale del 23 maggio 2016 n. 316 (Prova scritta a carattere nazionale nell'ambito dell'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione anno scolastico 2015/2016);

Ordinanza del 20 luglio 2015 n. 15 (Calendario delle festività e degli esami per l'anno 2015/2016);

Nota Prot. del 3 giugno 2014 n. 3587 (Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione alunni con DSA e altri BES);

Direttiva del 27 dicembre 2012 (Strumenti d'intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica);

Circolare del 31 maggio 2012 n. 48 (Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione. Istruzioni a carattere permanente);

Decreto Ministeriale 12 luglio 2011 n. 5669 art. 6 commi 5 e 6 (Diritto allo studio degli alunni e degli studenti con diagnosi di Disturbo Specifico di Apprendimento DSA);

Legge 8 ottobre 2010 n. 170 (Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico);

Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009 n. 122 articoli 9 e 10 (Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni e ulteriori modalità applicative in materia, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169);

Ordinanza Ministeriale 21 maggio 2001, n. 90 art. 11 commi 11 e 12 (Norme per lo svolgimento degli scrutini e degli esami nelle scuole statali e non statali di istruzione elementare, media e secondaria superiore - Anno scolastico 2000-2001);

Legge 5 febbraio 1992 n. 104 art. 16 commi 1 e 2 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati