SuperAbile







Prove Invalsi 2018 per la classe terza della scuola secondaria di primo grado

Nota del Ministero dell'istruzione con indicazioni e precisazioni in merito allo svolgimento delle prove Invalsi 2018 quale requisito di ammissione all'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, nonché al rilascio della certificazione delle competenze.

13 aprile 2018

Con la Nota del 20 febbraio 2018 n. 2936 in allegato, il Ministero dell'istruzione fornisce indicazioni sullo svolgimento delle prove al computer, tempi delle prove di italiano, matematica e inglese, struttura delle prove con esempi e partecipazione dei candidati privatisti, con disabilità e con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA).
L'articolo 7 del Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 62 ha previsto la partecipazione, entro il mese di aprile, degli alunni alle prove nazionali di italiano, matematica e inglese predisposte dall'Invalsi. La partecipazione alle prove, che per il corrente anno scolastico si svolgeranno nel periodo compreso tra il 4 e il 21 aprile 2018, secondo calendari specifici per ciascuna istituzione scolastica, è requisito di ammissione all'esame conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Per gli alunni con disabilità o con DSA, sono previsti eventuali strumenti compensativi o misure dispensative, in base a quanto disposto dall'articolo 11 del Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 62. Gli strumenti compensativi e/o le misure dispensative sono riservati soltanto agli alunni con disabilità certificata ai sensi della Legge n. 104/1992 o con disturbi specifici di apprendimento certificati ai sensi della Legge n. 170/2010, in coerenza con quanto previsto, rispettivamente, dal Piano Educativo Individualizzato (PEI) o dal Piano Didattico Personalizzato (PDP).
Per gli alunni con disabilità il Consiglio di classe può prevedere adeguati strumenti compensativi e/o misure dispensative per lo svolgimento delle prove Invalsi e, ove non fossero sufficienti, predisporre specifici adattamenti della prova, che sarà esclusivamente cartacea, ovvero l'esonero da una o più prove.
Per gli alunni con DSA sono previsti strumenti compensativi, se indicati nel PDP e abitualmente utilizzati nel percorso scolastico. Se la certificazione di disturbo specifico di apprendimento prevede la dispensa dalla prova scritta relativa alle lingue straniere, ovvero l'esonero dall'insegnamento delle lingue straniere, la prova Invalsi di lingua inglese non sarà sostenuta.
Gli alunni con altri Bisogni Educativi Speciali (BES) non certificati né ai sensi della Legge n. 104/1992 (disabilità) né ai sensi della Legge n. 170/2010 (disturbi specifici di apprendimento), svolgono le prove Invalsi standard al computer senza strumenti compensativi.

Fonte: Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati