SuperAbile







Novità dell'Esame di Stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado a.s. 2018/19

Prime indicazioni operative per l'Esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado a.s. 2018/19.

10 ottobre 2018

Con la Circolare del 4 ottobre 2018 n. 3050, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ha illustrato a docenti e studenti le novità dell'Esame di Stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado in vigore da quest'anno scolastico. Le prove scritte saranno due invece di tre più l'esame orale, con più attenzione al percorso svolto dai ragazzi nell'ultimo triennio, con un punteggio maggiore assegnato al credito scolastico. Griglie di valutazione nazionali per la correzione delle prove scritte.

Il Decreto legislativo del 13 aprile 2017 n. 62 ha apportato significative innovazioni alla struttura e all'organizzazione dell'esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado con disposizioni entrate in vigore dal primo di settembre 2018.
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, la legge di conversione del 21 settembre 2018 n. 108, con modificazioni, del Decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative, ha previsto il differimento al primo di settembre 2019 dell'entrata in vigore del D.lgs. n. 62/2017 succitato, riguardanti i seguenti requisiti di accesso all'esame di Stato per i candidati:
la prova a carattere nazionale predisposta dall'INVALSI per la scuola secondaria di secondo grado, non sarà condizione obbligatoria per essere ammessi all'esame di Stato;
l'alternanza scuola-lavoro continua ad essere obbligatoria, ma anche in questo caso non costituisce condizione necessaria per essere ammessi all'esame finale come per la prova INVALSI.
Per poter essere ammessi alle prove bisognerà aver frequentato almeno i tre quarti del monte ore previsto, avere il 6 in ciascuna disciplina e avere la sufficienza nel comportamento. Il Consiglio di classe potrà deliberare l'ammissione anche con una insufficienza in una disciplina o gruppo di discipline valutate con un unico voto, ma dovrà motivare la propria scelta.

A gennaio saranno comunicate agli studenti le materie della seconda prova mentre a febbraio sarà pubblicata l'Ordinanza ministeriale relativa agli esami di Stato, con largo anticipo rispetto al passato.

Per consultare il documento, cliccare su:
Circolare del 4 ottobre 2018 n. 3050

Fonte: Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca

Immagine tratta da Pixabay.com/

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati