SuperAbile







Servizio tiflodidattico nel Lazio a.s. 2018/19

Importanti novità nei servizi tiflodidattici introdotte dalla Regione Lazio per migliorare la qualità degli interventi per studenti con disabilità visiva e per le loro famiglie.

12 settembre 2018

La Regione Lazio ha deciso di affidare al Centro Regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per i Ciechi, la gestione del servizio di tiflodidattica in tutto il territorio laziale. Il Centro S. Alessio di Roma è una storica istituzione che realizza attività volte all'inclusione sociale dei ciechi e degli ipovedenti, anche con minorazioni aggiuntive attraverso interventi abilitativi, ri-abilitativi, educativi ed assistenziali e dal 2005 eroga il servizio tiflodidattico nelle scuole presenti sul territorio della Regione Lazio quali asilo nido, scuola infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo, secondo grado e percorsi di Formazione Professionale.
L'accordo con la Regione Lazio regola anche la stessa presenza del tiflodidatta nella scuola ed i suoi rapporti con gli insegnanti curriculari, secondo le linee guida pubblicate sul sito Centro S. Alessio.

Sono destinatari delle prestazioni i bambini e i ragazzi con disabilità visiva iscritti ad un istituto scolastico presente nel territorio regionale del Lazio, titolari di una certificazione di visus non superiore a 2/10 in ciascun occhio pur con correzione, in possesso di certificazione di "alunno disabile" e di Diagnosi Funzionale e/o Certificazione Integrazione Scolastica (C.I.S.) nella quale sia esplicitamente indicata la necessità del servizio.
Il tiflodidatta dovrà integrare la propria attività a quella di altre figure (docenti curriculari, insegnanti di sostegno, AEC, personale ATA, ecc.), senza sovrapporre compiti e funzioni, ma valorizzando i diversi ambiti di competenza.
Tale figura professionale si occuperà del sostegno all'inserimento scolastico di alunni non vedenti ed ipovedenti, anche in presenza di pluriminorazioni, attraverso la programmazione e l'espletamento di attività tiflodidattiche.
Il servizio sarà espletato nel contesto scolastico, mediante l'affiancamento dell'alunno con disabilità visiva, in compresenza dell'insegnante curricolare per agevolare la trasmissione dei contenuti didattici e le verifiche di apprendimento, ai fini del successo formativo degli alunni destinatari per favorirne la socializzazione e l'inclusione scolastica.

Per consultare il documento, cliccare su:
Linee guida servizio tiflodidattico

Fonte: Centro Regionale S. Alessio - Margherita di Savoia per i Ciechi

Immagine tratta da Pixabay.com/

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati