SuperAbile







Modello di Piano Didattico Personalizzato (PDP)

L'Ufficio Scolastico Regionale (USR) per il Piemonte, pubblica una nuova versione di modello di PDP con alcune modifiche e integrazioni rispetto alla precedente.

29 novembre 2017

Con la Nota del 16 novembre 2017 n. 11505 in allegato, l'USR Piemonte presenta un nuovo format di Piano Didattico Personalizzato (PDP) che vuole essere di supporto agli operatori scolastici, ribadendo l'autonomia nelle scelte degli strumenti didattici e metodologici da parte delle Istituzioni scolastiche.

La proposta dell'USR per il Piemonte è quella di migliorare la descrizione degli allievi con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA Legge 8 ottobre 2010 n. 170) e degli allievi con altri Bisogni Educativi Speciali (BES Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 e Circolare 6 marzo 2013 n. 8) per la progettazione di interventi di aiuto efficaci e sostenibili, secondo la Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF) di tipo biopsicosociale.
Secondo la normativa, la categorizzazione dei "Bisogni Educativi Speciali" si riferisce alle aree della disabilità, dei disturbi evolutivi specifici e dello svantaggio socioeconomico culturale e linguistico. Per gli allievi con disabilità, la Legge 5 febbraio 1992 n. 104 prevede l'utilizzo del Piano Educativo Individualizzato (PEI), per le altre tipologie di BES si consiglia di elaborare un Piano Didattico Personalizzato (PDP), secondo le modalità indicate dalla Legge 8 ottobre 2010 n. 170 e successive Linee Guida del 2011.

Nel modello di Piano Didattico Personalizzato per allievi con altri bisogni educativi speciali, l'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte comprende anche i ragazzi in situazione di malattia, con o senza ospedalizzazione, o in situazione di istruzione domiciliare.

Fonte: Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati