SuperAbile







Utilizzazione del docente su posto di sostegno per attività di supplenze temporanee

Circolare dell'Ambito Territoriale di Como, sul ruolo del docente di sostegno.

27 novembre 2017

Con la Circolare del 10 novembre 2017 n. 7490 in allegato, l'Ufficio Scolastico di Como, risponde a diverse segnalazioni riguardanti l'utilizzazione del docente di sostegno per attività di supplenze temporanee. L'Ufficio di Como cita le "Linee guida sull'integrazione scolastica degli alunni con disabilità" del 4 agosto 2009 dove si legge che "l'insegnante per le attività di sostegno non può essere utilizzato per svolgere altro tipo di funzioni se non quelle strettamente connesse al progetto d'integrazione, qualora tale diverso utilizzo riduca anche in minima parte l'efficacia di detto progetto" e la Nota dell'8 novembre 2010 n. 9839 in cui si ribadisce che "Appare opportuno richiamare l'attenzione sull'opportunità di non ricorrere alla sostituzione dei docenti assenti con personale in servizio su posti di sostegno, salvo casi eccezionali non altrimenti risolvibili".

Secondo detti riferimenti, l'Ufficio di Como afferma che l'insegnante di sostegno utilizzato per le supplenze, comporta innegabilmente anche l'illecita preclusione di un diritto costituzionalmente garantito ai danni dell'alunno con disabilità affidatogli, oltre a costituire inadempimento contrattuale. La Circolare afferma inoltre che per supplenza si intende non solo nelle situazioni in cui il docente debba recarsi in altra classe, ma anche quando è chiamato a sostituire il collega curricolare della classe in cui è in servizio. Anche in questo caso infatti il docente di sostegno smette di ricoprire il proprio ruolo diventando per quelle ore docente curricolare e quindi interrompendo il lavoro di inclusione.

Fonte: Ufficio Scolastico di Como

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati