SuperAbile







Corsi di laurea e laurea magistrale A. A. 2019/20

Decreto Ministeriale che definisce le modalità e i contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico in lingua italiana ad accesso programmato nazionale Anno Accademico 2019/2020.

26 giugno 2019

L'ammissione dei candidati ai corsi di laurea e laurea magistrale per l'anno accademico 2019/20, avviene a seguito di superamento di apposita prova d'esame per il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria, per il Corso di laurea in Medicina Veterinaria e per il corso di laurea e laurea magistrale a ciclo unico direttamente finalizzati alla formazione di Architetto.
La prova di ammissione consiste nella soluzione di sessanta quesiti, da risolvere in cento minuti, che presentano cinque opzioni di risposta, tra cui il candidato deve individuarne una soltanto, scartando le conclusioni errate su vari argomenti.
Per i programmi relativi ai quesiti delle prove di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, in Odontoiatria e Protesi Dentaria, in Medicina Veterinaria e ai corsi di laurea delle professioni sanitarie, è richiesto il possesso di una cultura generale, con particolari attinenze all'ambito letterario, storico-filosofico, sociale ed istituzionale, nonché della capacità di analisi su testi scritti di vario genere e di attitudini al ragionamento logico-matematico.
Per quanto riguarda i programmi relativi alla prova di ammissione ai corsi di laurea e di laurea specialistica/magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla formazione di Architetto, è richiesta una sufficiente cultura generale, con particolari attinenze all'ambito storico, sociale e istituzionale, affiancata da capacità di lavoro su testi scritti di vario genere (artistico, letterario, storico, sociologico, filosofico, ecc.) e da attitudini al ragionamento logico-astratto sia in ambito matematico che linguistico.

I candidati con certificato di invalidità o con disabilità riconosciuta ai sensi della Legge 104/92 e i candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA) riconosciuti ai sensi della Legge 170/2010 potranno, in relazione al proprio stato, fare richiesta di ausili necessari per lo svolgimento della prova e/o di eventuali tempi aggiuntivi. A norma dell'art. 16 della Legge 104/92, i candidati con disabilità hanno diritto ad un tempo aggiuntivo non eccedente il 50 per cento in più rispetto a quello previsto per lo svolgimento delle prove.
I candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA) di cui alla Legge 170/2010, devono presentare idonea certificazione rilasciata da non più di 3 anni da strutture del SSN o da strutture e specialisti accreditati dallo stesso. Ai candidati è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30 per cento rispetto a quello definito per le prove. I candidati con disabilità o con DSA residenti in paesi esteri, devono presentare la certificazione attestante lo stato di disabilità o di DSA rilasciata nel paese di residenza, accompagnata da una traduzione giurata in lingua italiana o in lingua inglese.

Le iscrizioni alla prova di ammissione si effettuano esclusivamente attraverso la procedura presente nel portale Universitaly fino alle ore 15,00 del 9 luglio 2019, con le modalità descritte nel Decreto Ministeriale 28 marzo 2019 n. 277.

Per consultare il documento, cliccare su:
Decreto Ministeriale 28 marzo 2019 n. 277

Fonte: Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca

Immagine tratta da Pixabay.com/

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati