SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Conoscere le ultime novità editoriali? D’ora in poi è possibile proprio a tutti

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto firmato a dicembre 2007 dal ministro per i Beni e le attività culturali Francesco Rutelli: il provvedimento renderà possibile ai disabili visivi la “lettura” delle novità editoriali entro tre giorni dalla loro immissione nel mercato, grazie alla trasformazione in testo digitale. Stanziati 2,7 milioni di euro

21 aprile 2008


ROMA - E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7 aprile 2008 il decreto firmato il 18 dicembre 2007 dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali Francesco Rutelli, che renderà possibile ai disabili visivi la “lettura” delle novità editoriali messe sul mercato grazie alla trasformazione in testo digitale.
Si legge in una nota dello stesso Ministero: “Se nella sua forma cartacea un libro è inutilizzabile per molti disabili, il file testuale del suo contenuto lo rende invece accessibile anche ai ciechi, che possono leggerlo con il loro personal computer, ai dislessici, che possono associare il testo scritto alla lettura con voce sintetica, e agli ipovedenti che possono ingrandire e contrastare i caratteri, come in generale per chi non può nemmeno sfogliare le pagine di un libro. L’Italia è il primo paese che decide di favorire la produzione dei libri anche in formato digitale accessibile per tutti”.

“Una grande iniziativa – commenta Rutelli - di cui il nostro Paese deve essere fiero, e che vanta il primato assoluto mondiale. Una trasformazione radicale dell’uso delle tecnologie che finalmente vengono applicate anche a quella parte di cittadini affetti da disabilità fisica. E questo è il risultato dell’impegno profuso per facilitare l’accessibilità all’arte e alla cultura”.

I fondi stanziati dal decreto ammontano a 2,750 milioni di euro. Andranno a sostenere quei progetti che, selezionati con un apposito bando, punteranno a rendere fruibili per ipovedenti e non vedenti le novità librarie. Ma non si aspetteranno più dei mesi per ottenere la versione accessibile, come era fino a ieri: essa sarà disponibile entro 48-72 ore dall’ingresso del corrispondente cartaceo nel circuito distributivo tradizionale.

Il decreto fissa anche il numero dei titoli da rendere disponibili nell’arco di ogni anno: 2000 autori italiani, 500 autori stranieri, inoltre 500 titoli a richiesta degli utenti (sono le cifre corrispondenti, secondo le stime dell’Associazione italiana editori, al numero delle novità che giungono in un anno nelle librerie più prestigiose).

Per leggere il testo del decreto e la modulistica, clicca qui.

Per informazioni ulteriori: tel. 06.69654.212 .213 .214; e-mail: dg-bl.disabilita.ipononvedenti@beniculturali.it

(21 aprile 2008)

di e.proietti

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati