SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Basilicata, Giuliano: intervenire sull’assistenza scolastica ai disabili e il trasporto

Il garante regionale dell'infanzia e dell'adolescenza interviene in quarta commissione consiliare (Politica sociale), in merito alla carenza di assistenti alla autonomia e alla comunicazione nelle scuole lucane: "Basta scaricabarile tra le parti"

15 ottobre 2019

ROMA - "Non è possibile un continuo scaricabarile tra le parti. Sono qui a sollecitare un accordo di programma per l'inclusione scolastica degli alunni disabili, sottoscritto già dalle associazioni del territorio ma che non ha avuto la firma della sola Regione". Così Vincenzo Giuliano, garante dell'infanzia e dell'adolescenza della Regione Basilicata, nel suo intervento in quarta commissione consiliare (Politica sociale) presieduta da Massimo Zullino (Lega), in merito alla carenza di assistenti alla autonomia e alla comunicazione nelle scuole lucane.
 
L'accordo, secondo Giuliano, "servirebbe ad attribuire i compiti di ciascuno e avere un quadro preciso dei fabbisogni, in base ai quali i Comuni dovrebbero anticipare le risorse e poi chiedere il rimborso all'ente Regione". Tra le difficoltà del sistema scolastico regionale anche quello relativo ai trasporti. "Ci sono bambini - ha raccontato Giuliano - costretti ogni giorno a fare tre chilometri per raggiungere il punto di raccolta perché non ci sono le risorse Queste cose non attestano favorevolmente rispetto al buon lavoro che la politica mette in campo a livello regionale". Il garante ha poi ricordato la sua proposta di legge per rendere gratuiti gli asili nidi e le scuole per l'infanzia. "Servirebbero - ha spiegato - circa 34 milioni per dare assistenza e servizi scolastici per queste fasce di età: dieci milioni di euro potrebbero essere recuperati dai fondi dell'Europa. Daremmo assistenza gratuita a 7 mila bambini e potremmo creare oltre mille posti di lavoro tra esperti, pedagogisti, educatori".
 
Sull'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati Giuliano ha infine chiesto "un nuovo sistema attraverso la formazione dei tutori con le famiglie ospitanti" ed ha sollecitato la commissione all'approvazione del regolamento "per il comitato consultivo del garante, come previsto dalla legge".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati