SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Liguria, bimbi e ragazzi a lezione di emergenza sanitaria

La sanità entra nelle aule con tre corsi per promuovere la cultura della sicurezza, far riconoscere le situazioni di pericolo e imparare le manovre di primo soccorso

12 settembre 2019

GENOVA - La sanità entra nelle aule delle scuole liguri. Tre corsi per promuovere la cultura della sicurezza, far riconoscere le situazioni di pericolo e imparare le manovre di primo soccorso, favorendo così l'efficacia degli interventi in situazioni di emergenza. Si parte con il corso di "Primo soccorso a scuola" rivolto agli alunni di quinta elementare, terza media, seconda e quarta superiore, articolato in tre fasi: formazione teorica dei docenti, formazione teorica degli studenti e formazione pratica di docenti e studenti. Lo scorso anno il progetto ha coinvolto oltre 40.000 studenti e dal 2016 consente di ottenere la certificazione del percorso. Un secondo corso è dedicato invece ai neo diciottenni, che saranno istruiti sull'uso del defibrillatore. Un secondo modulo del progetto prevede l'allestimento da parte dei ragazzi di uno spettacolo per rappresentare tematiche relative a diritti e doveri che i ragazzi acquisiscono con la maggiore età e che sarà presentato nell'ambito del Salone orientamenti.

Infine, il progetto "1-1-2 Impariamo a dare i numeri", dedicato ai bambini tra gli otto e i 10 anni, sperimentato lo scorso anno in una sola classe di terza elementare, per far comprendere con un linguaggio semplice l'importanza di un corretto approccio al servizio del numero unico di emergenza 112. Ai bambini, nel corso di un incontro alla centrale unica di risposta all'ospedale San Martino di Genova, verrà presentato un cartone animato che in tre minuti spiega a cosa serve il 112 e come fare la chiamata per accedere all'emergenza. "La cronaca ci insegna che in molte situazioni la tempestività del soccorso anche fatto da laici salva le vite. Iniziare a educare fin dalle nuove generazioni ad avere a che fare con una situazione di difficoltà sanitaria è fondamentale", commenta la vicepresidente e assessore regionale alla sanità, Sonia Viale.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati