SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Scuola, in Calabria il 51% degli edifici sono antisismici

Le scuole di Cosenza, Catanzaro, Crotone e Reggio Calabria risultano edificate per lo più tra il 1941 e il 1974, prima dell'entrata in vigore della normativa sull'antisismica, in un territorio classificato a rischio sismico 1 (il più elevato) nel caso di Cosenza e Reggio Calabria, e 2 nel caso di Catanzaro e Crotone

22 ottobre 2018

ROMA - Le scuole di Cosenza, Catanzaro, Crotone e Reggio Calabria, le quattro città calabresi analizzate dall'indagine Ecosistema di Legambiente, presentata dall'associazione nell'istituto Casanova di Napoli nel corso del Forum Scuola, risultano edificate prevalentemente tra il 1941 e il 1974 (42,7%), prima dell'entrata in vigore della normativa sull'antisismica, in un territorio classificato a rischio sismico 1 (il più elevato) nel caso di Cosenza e Reggio Calabria, e 2 nel caso di Catanzaro e Crotone. Quelle costruite secondo criteri antisismici sono il 51,6% e sono prevalentemente a Reggio Calabria; solo sul 14,5% risulta tuttavia eseguita la verifica di vulnerabilità sismica.
 
Nonostante i risultati ottenuti da Cosenza a livello regionale, i dati sulle certificazioni in Calabria si attestano in modo significativo sotto la media nazionale per quanto riguarda il certificato di agibilità (12,4% contro il 60,4%) certificazione igienico-sanitaria (31,6% contro il 71,9%), prevenzione incendi (16,1% contro il 42,2%); poco sotto il dato medio le scuole con certificato di collaudo stativo (51,7%); mentre sono sopra la media in quanto a impianti elettrici a norma (95,7%).

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati