SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Dsa a scuola, torna il servizio “LibroAID”, che fornisce testi digitali con cui “interagire”

LibroAID permette ai ragazzi dislessici di fruire dei libri scolastici in formato digitale (pdf aperto) così da poter interagire con i testi, utilizzare i programmi di sintesi vocale e i software per la realizzazione di mappe concettuali

14 settembre 2018

BOLOGNA – Gli studenti “Dsa” a scuola ci sono, sono tanti e hanno bisogno di strumenti, per non restare indietro: lo sa bene Aid, l'associazione italiana Dislessia, che per loro mette a disposizione il servizio “LibroAID”, attraverso il quale gli studenti con Disturbi specifici dell’apprendimento possono fruire della versione digitale dei libri testo scolastici.
 
In particolare, il libro digitale (in formato pdf aperto) consente ai ragazzi di interagire con i testi, utilizzando i software di sintesi vocale e i programmi per realizzare le mappe concettuali. Lo studente con DSA può, così, compensare le proprie difficoltà e affrontare lo studio in condizioni di maggiore autonomia. LibroAID ha lo scopo di garantire il successo formativo, l’inclusione scolastica e il diritto di accesso ai libri digitali per la scuola agli alunni con Dsa e con certificazione 104/92.
 
Lo scorso anno scolastico hanno fruito del servizio LibroAID 14.655 alunni e sono stati richiesti 163.433 libri in totale. LibroAID è un servizio garantito grazie al protocollo siglato con l'Associazione Italiana Editori (Aie) e alla collaborazione degli editori aderenti al servizio che forniscono gratuitamente i libri digitali. Per accedere al servizio è richiesta l’iscrizione ad Aid: le quote associative contribuiscono, infatti, a coprire i costi di organizzazione e gestione del servizio, garantendone così la continuità. I libri scolastici digitali possono essere richiesti in autonomia dal genitore, dal tutore o dallo studente maggiorenne, solo ed esclusivamente attraverso il sito dedicato
 
L' associazione italiana Dislessia nasce con la volontà di fare crescere la consapevolezza e la sensibilità verso il disturbo della dislessia evolutiva, che in Italia interessa circa 2.000.000 di persone. L’Associazione conta oltre 18.000 soci e 98 sezioni attive distribuite su tutto il territorio nazionale. Aid lavora per approfondire la conoscenza dei Dsa e promuovere la ricerca, accrescere gli strumenti e migliorare le metodologie nella scuola, affrontare e risolvere le problematiche sociali legate ai Dsa. L’associazione, senza fini di lucro, è aperta ai genitori e familiari di bambini dislessici, ai dislessici adulti, agli insegnanti e ai tecnici (logopedisti, psicologi, medici).

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati