SuperAbile






In Interventi Inail


Compatibilita’ tra rendita Inail e assegno mensile di assistenza

non è previsto il cumulo con nessun’altra prestazione pensionistica erogata a titolo dell’invalidità.

11 ottobre 2018

Assegno mensile di assistenza
Sono esclusi i titolari di assegno mensile di assistenza – concesso agli invalidi civili parziali - per i quali non è previsto il cumulo con nessun’altra prestazione pensionistica erogata a titolo dell’invalidità.

Non è cumulabile neppure con la rendita INAIL, anche nel caso in cui i riconoscimenti non dipendano dallo stesso evento invalidate (Circolare INAIL, n. 54/93; Art. 3 Legge 407/90; Art. 12, Legge n. 412/91; Decreto 553/92). Per questa categoria è data la facoltà all'interessato di optare per il trattamento economico più favorevole. Tale facoltà di opzione deve essere esercitata entro trenta giorni dalla notifica del provvedimento del trattamento pensionistico incompatibile (D.M. 553/92).

Cosa s’intende per “non dipendente dallo stesso evento o causa
La stessa persona, già dichiarata invalida per causa di guerra, lavoro (INAIL) o per causa di servizio, può richiedere l’accertamento dell’invalidità civile solo qualora subentri una patologia o menomazione non attribuibile a dette cause, neppure sotto il profilo dell'aggravamento o dell'interdipendenza con la patologia che ha determinato il riconoscimento diverso dall'invalidità civile. In altre parole, perché possa coesistere un riconoscimento per invalidità civile e un riconoscimento INAIL, per causa di servizio o guerra, le infermità non devono dipendere dallo stesso evento o causa.

Invece, le pensioni d’inabilità lavorativa riconosciute dall'INPS e da altri enti previdenziali, sono cumulabili con le prestazioni erogate per gli invalidi civili totali (100%), ciechi civile e sordi civili anche nel caso che il loro riconoscimento fosse dovuto alla stessa causa invalidante.
 
Per Approfondire:
Nel caso una persona abbia ottenuto  un riconoscimento di invalidità civile per una qualsiasi malattia o menomazione e subisce successivamente un infortunio sul lavoro (INAIL) o per causa di servizio, quest'ultimo evento sarà valutato separatamente dall'invalidità civile già riconosciuta, con il conseguente cumulo delle provvidenze economiche. Tale cumulo, come sopra precisato, è ammesso solo per gli invalidi civili totali (100%), ciechi civili e sordi civili.

Ecumulabile la pensione di inabilità INPS o la pensione per inabilità assoluta e permanente a qualsiasi attività lavorativa (ex Inpdap) con la pensione per gli invalidi civili totali (100%), ciechi civili e sordi civili. In questo caso la cumulabilità, con le prestazioni concesse per invalidità civile; anche in questo caso il cumulo sarà possibile solo a condizione che si rientri nel limite di reddito previsto per la concessione della pensioni erogate per invalidità civile.



foto tratta da pixabay

di rosanna giovèdi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati