SuperAbile






In Interventi Inail


Restare al lavoro: la tutela Inail per il reinserimento dei lavoratori infortunati e tecnopatici

Pacchetto informativo conservazione posto di lavoro, reinserimento e integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro,

12 febbraio 2018

La Legge di stabilità 2015 con l’articolo 1 – comma 166 (legge 23 dicembre 2014, n. 190) ha attribuito all'Inail le competenze in materia di reinserimento e di integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro ampliando così il modello di tutela dell’Istituto per un tempestivo reinserimento sociale e lavorativo degli infortunati e tecnopatici.

Per attuare questa disposizione l’Istituto ha emanato il “Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro” ed in seguito con la circolare n. 51 del 30 dicembre 2016, sono stati disciplinati, in fase di prima applicazione gli interventi mirati alla conservazione del posto di lavoro.
Questi interventi si concretizzano in azioni formative di riqualificazione professionale, in progetti per il superamento e per l'abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro e in interventi di adeguamento e di adattamento delle postazioni di lavoro.

Alla luce di tali attribuzioni, entro i limiti degli importi stanziati ogni anno, l’INAIL sostiene i datori di lavoro per la realizzazione degli accomodamenti ragionevoli previsti a garanzia dei principi di parità di trattamento delle persone con disabilità e di piena uguaglianza con gli altri lavoratori, ai sensi del decreto legislativo n. 216/2003.
Il posto di lavoro è una conquista importantissima, ma purtroppo essa non può considerarsi acquisita una volta per tutte.
Le statistiche ci dicono infatti che la persona disabile è particolarmente esposta a rischi di espulsione dal mercato del lavoro.

Nel documento allegato abbiamo voluto offrire una attenta disamina degli specifici interventi previsti dalla circolare INAIL n. 51/2016  per la conservazione del posto di lavoro da parte di lavoratori infortunati e tecnopatici, nella stessa mansione di provenienza o in altra mansione, illustrando la circolare nei suoi punti salienti relativi ai lavoratori destinatari e ai datori di lavoro, ma abbiamo voluto corredare queste informazioni con quelle relative al quadro normativo più generale sulla tutela del lavoratore con disabilità.

Insomma l’informazione sugli interventi previsti da INAIL ci ha offerto l’occasione per una più dettagliata informazione sugli strumenti che consentono la permanenza nel luogo di lavoro delle persone con disabilità a cominciare dalle norme antidiscriminazione e dalle previsioni della legge 68/99. Ma abbiamo anche voluto approfondire l’informazioni su quegli strumenti che possono agevolare  la permanenza al lavoro come gli adattamenti ragionevoli, le nuove tecnologie,  la conciliazione tra esigenze di cura e di lavoro.



Foto di:Rosanna Giovèdi

 

di Rosanna Giovèdi e Alessandra Torregiani

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati