SuperAbile






In Interventi Inail

Notizie


“Back to life”, il “ritorno alla vita” degli infortunati sul lavoro. In vacanza a Palermo

Cronaca di una vacanza voluta e organizzata dal gruppo di auto mutuo aiuto degli infortunati Inail milanesi. In volo fino a Palermo, per incontrare i loro “colleghi” siciliani e scoprire insieme la città. “Un'esperienza da ripetere”

6 settembre 2018

ROMA – In viaggio per “tornare alla vita”, riscoprendola pienamente anche dopo l'infortunio. E' l'esperienza che hanno vissuto i membri del gruppo di infortunati della sede Inail di Milano “Back to life”, che all'inizio dell'estate ha deciso di recarsi in visita a Palermo, per incontrare i “colleghi” siciliani e farsi guidare da loro alla scoperta della città. “Viaggiare è l’occasione per rivoluzionare il modo di esplorare nuove destinazioni decidendo data ed ora per intraprendere un viaggio che hai sempre sognato – ci raccontano oggi, dopo aver vissuto ed elaborato l'esperienza - Ogni tanto però può accadere che la mente ti suggerisca di aggiungere un qualcosa per renderlo indimenticabile e così fu da Milano a Palermo per incontrare perfetti sconosciuti, dove l’unica cosa in comune è la disabilità acquisita”.
 
Fu così che, grazie anche all'impegno e alla collaborazione di assistenti sociali e funzionari Inail, “il gruppo si mise in viaggio per incontrare queste persone fino a quel momento estranee. Puntuale l’aereo arrivò a Punta Raisi, ma come spesso accade l’imprevisto è sempre pronto a mettersi in mezzo per crearti problemi: contattammo la dottoressa Stefania De Luca (assistente sociale Inail Palermo, ndr) per avvisarla che saremmo arrivati più tardi, posticipando l’appuntamento di un’ora. Al nostro arrivo al teatro, eravamo spaesati: non vedevamo persone sulla sedia a rotelle, ma dopo qualche minuto ci venne incontro la dottoressa che ci accompagnò verso il punto di ritrovo. L’incontro avvenne davanti ad un bar, dove bevemmo dei drink e ci furono offerti delle confezioni di ottimi biscottini che un amico aveva preparato per l’occasione. L'impressione fu emozionante, come se fossimo amici da tempo. Dopo l'immancabile foto di gruppo, questi nuovi amici ci hanno guidato alla scoperta di alcune meraviglie della città, partendo dal teatro Massimo, per poi proseguire verso corso Europa, incrociando le meravigliose statue dei Quattro canti, poi Piazza della Vergogna fino alla Cattedrale. Durante il tragitto ci siamo scambiati opinioni, riflessioni su come ciascuno di noi viva la propria disabilità. Giunti alla cattedrale, alcuni di loro con molto rammarico ci hanno dovuto salutare, mentre con gli amici rimasti ci siamo recati verso un ristorante precedentemente prenotato per gustare la cucina tipica della città”.
 
“Dopo pranzo con l’amico Paolo, munito di propulsore di spinta, ci inventammo un trenino per velocizzare il ritorno al punto di partenza: in questo modo sfilammo al centro della città, sotto gli occhi stupiti e sorridenti dei palermitani, mentre per i turisti la foto ricordo fu d’obbligo. Al momento dei saluti ci siamo promessi di ripetere questa magnifica esperienza per un periodo più lungo. Come gruppo, vogliamo ringraziare Inail, in particolare le dottoresse Giorgia Albanese e Stefania De Luca, che hanno fatto da tramite per organizzare questa magnifica iniziativa. Con la speranza che sia l’inizio di altri futuri progetti”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati