SuperAbile






In Interventi Inail

Notizie


“Back to life”, gli infortunati Inail di Milano volano a Palermo. E i “colleghi” li aspettano

Un incontro tra persone che hanno subito un infortunio sul Lavoro e che, grazie anche a Inail, hanno trovato il modo e il desiderio di andare avanti. Così, il 22 e 23 maggio prossimi, un gruppo di auto mutuo aiuto milanese si recherà a Palermo, dove incontrerà alcuni infortunati della sede locale

18 maggio 2018

ROMA – Da Milano a Palermo, per visitare la città ma soprattutto per incontrare chi ha vissuto un'esperienza simile alla propria e condividere vissuti, difficoltà, soluzioni e prospettive: per questo, il 22 e 23 maggio prossimi, alcuni assicurati Inail di Milano e dintorni, partecipanti a un gruppo di auto mutuo aiuto promosso da Inail, attraverserà l'Italia, per conoscere i “colleghi” palermitani e farsi accompagnare alla scoperta della città. Ce lo segnalano le assistenti sociali Inail di Milano e Palermo - Giorgia Albanese e Stefania De Luca – che si stanno preparando a questa esperienza.
 
“Questo gruppo di auto mutuo aiuto è stato costituito nell’ambito di un progetto triennale promosso, nel 2015, dalla Sede di Milano Mazzini, in collaborazione con le Sedi milanesi e del rhodense – ci racconta Albanese - Al termine del progetto, alcuni partecipanti, riconoscendo il valore dell’esperienza vissuta, hanno maturato la decisione di continuare autonomamente gli incontri, dando il nome al gruppo di 'Back to life'. Ad oggi, il gruppo si incontra regolarmente ogni 15 giorni circa presso l’auditorium del Comune di Rho (MI). Le persone più assidue e presenti sono 8 o 9, con un’età che va dai 34 ai 56 anni. Di queste, 2 sono donne ed invalide civili. Il gruppo, infatti, ha scelto di aprire la porta anche a chi ha acquisito una disabilità a causa di un qualsiasi evento traumatico della propria vita. Gli incontri rappresentano un luogo di accoglienza ed uno spazio per affrontare e condividere problematiche familiari o, in generale, di relazione – ci spiega ancora Albanese -, le difficoltà motorie e le diverse modalità di soluzione, le attività sportive intraprese o gli hobby, le barriere culturali e la modalità per affrontarle nella vita di tutti i giorni”.
 
Oltre che per condividere problematiche legate alla disabilità, però, il gruppo si incontra anche per organizzare viaggi, gite giornaliere, pranzi e cene, che hanno contribuito nel tempo a cementare le relazioni, facendo nascere vere e proprie amicizie, che ormai coinvolgono anche i familiari. Tale è il senso di appartenenza, che i membri del gruppo hanno realizzato anche un proprio logo, con lo slogan “Back to life”. Ora, “il viaggio a Palermo – ci spiega Albanese - nasce dalla voglia di far tornare a volare una persona del gruppo, che dopo l'incidente non ha più preso l’aereo”. Così, tra un progetto e l’altro, è nata l’idea di 'volare' a Palermo, non solo per superare questa 'barriera', ma anche per “conoscere altri compagni Inail e la realtà locale, con l’auspicio di costruire nuove amicizie. I viaggiatori saranno 5, 3 dei quali accompagnati dalle rispettive mogli. Hanno già viaggiato insieme, in Italia e all’estero, ma questa è la prima volta che si realizza un vero e proprio 'gemellaggio' con un’altra sede Inail”.
 
A Palermo, intanto, si preparano per accoglierli: “con un gruppo di infortunati Inal della sede palermitana, guideremo con piacere i nostri amici milanesi nella nostra 'capitale della cultura 2018' – assicura Stefania De Luca – e con loro condivideremo quel senso di appartenenza alla 'comunità Inail' da cui è scattato il desiderio di incontrarsi”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati