SuperAbile






In Interventi Inail

Notizie


Allestimento dei palchi per spettacoli, online una ricerca Inail per la prevenzione degli infortuni

Lo studio, realizzato dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici dell’Istituto, fa il punto sul panorama legislativo esistente in Italia, Inghilterra e Stati Uniti, offrendo informazioni utili agli operatori del settore, pubblici e privati

24 luglio 2017

ROMA - È disponibile online, sul portale Inail, la pubblicazione “Palchi per spettacoli ed eventi similari”, realizzata dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Dit) dell’Istituto. Come sottolineato da Luigi Cortis, responsabile scientifico della ricerca insieme a Luca Rossi, “incidenti gravissimi come quelli avvenuti accaduti il 12 dicembre 2011 a Trieste e il 5 marzo 2012 a Reggio Calabria, in cui persero la vita due giovani lavoratori impegnati nell’allestimento dei concerti di Jovanotti e Laura Pausini, hanno reso ancora più necessaria la realizzazione di uno studio sugli strumenti tecnici disponibili che riguardano le opere temporanee e le attrezzature impiegate nella produzione e nella realizzazione di spettacoli, con particolare attenzione alla loro progettazione, alle procedure di montaggio e smontaggio e all’allestimento in sicurezza”.
 
La normativa italiana. Il decreto interministeriale del 22 luglio 2014, noto anche come “decreto palchi e fiere”, per i ricercatori Inail ha colmato lacune e incertezze riguardanti le attività di montaggio e smontaggio dei palchi. Ulteriori chiarimenti rispetto a questo tipo di attività sono stati dati dal Ministero del Lavoro con la circolare n. 35 del 24 dicembre 2014, che contiene le “Istruzioni operative tecnico-organizzative per l’allestimento e la gestione delle opere temporanee e delle attrezzature da impiegare nella produzione e realizzazione di spettacoli musicali, cinematografici, teatrali e di manifestazioni fieristiche”.
 
Il contesto inglese e americano. “Nel Regno Unito – sottolinea Luca Rossi – il documento di riferimento è costituto dalla guida ‘Temporary Demountable Structures - Guidance on Procurement, Design and Use’, che rappresenta il documento più avanzato del settore ed è incentrata sulla sicurezza strutturale e l’adeguatezza delle strutture smontabili utilizzate temporaneamente in relazione alla pianificazione e alla gestione complessiva di eventi”. Negli Usa, invece, “il principale riferimento è ‘The Event Safety Guide’, edita dalla Event Safety Alliance (ESA), che affronta il tema della salute, della sicurezza e del benessere negli spettacoli relativi alla musica dal vivo e agli eventi simili”. Questi documenti internazionali, aggiunge Rossi, “propongono modelli più coordinati rispetto a quelli italiani. Per questo è opportuno tenerne conto, contestualizzandoli alla nostra realtà legislativa”.
 
“Sinergie fondamentali per condividere conoscenze e competenze”. “La ricerca effettuata dal Dit – precisano Cortis e Rossi – non ha la pretesa di essere esaustiva, in un settore estremamente complesso come quello dei palchi, ma può essere considerato il punto di partenza di un cammino che ha come obiettivo il miglioramento della sicurezza. Per questo è fondamentale un lavoro sinergico che coinvolga le istituzioni, le associazioni di categoria, i professionisti e i tecnici della prevenzione, in modo che le singole conoscenze e competenze vengano messe a disposizione di tutti”. Un esempio di questo approccio è stato il convegno “Palchi per spettacoli - La ricerca dell’Inail e l’applicazione del decreto”, che lo scorso 24 maggio ha messo a confronto a Bologna relatori del Dit e di Assomusica, datori di lavoro e professionisti del settore, operatori della sicurezza e progettisti, coordinatori e formatori, tecnici della prevenzione e delle Asl. (Inail.it)
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati