SuperAbile






In In Europa

Notizie


L’autismo non è mancanza di sentimenti: psicologi smentiscono 7 luoghi comuni

Si chiama “El niño al que se le olvidó como mirar” il libro da poco pubblicato in Spagna, scritto dagli psicologi Juan Martos e Maria Llorente. Obiettivo: sfatare i principali luoghi comuni sull’autismo, a partire da testimonianze ed esperienza

26 giugno 2017

ROMA – “Non è vero che gli autistici non hanno sentimenti: solo che il loro modo di esprimerli è poco convenzionale”: è questo solo uno dei tanti luoghi comuni con cui si pensa di conoscere oggi l’autismo. E per spazzare via queste false conoscenza, due psicologi spagnoli, Juan Martos e Maria Llorente, hanno fatto ricorso alla propria esperienza e alle testimonianze delle persone incontrate nel corso del proprio lavoro. E hanno scritto un libro, da poco pubblicato, che si chiama “El niño al que se le olvidó como mirar”.
 
Ed ecco i sette pregiudizi da superare: primo, non tutti gli autistici sono dei geni, ma solo il 10% sviluppa capacità straordinarie come la memoria fotogratica o l’udito assoluto. Secondo, non è vero che gli autistici non hanno sentimenti: solo che il loro modo di esprimerli è poco convenzionale. Terzo, non è vero che gli autistici devono frequentare scuole speciali. Possono apprendere insieme agli altri bambini, chiaramente con un sostegno specializzato. Quarto, autistici non si diventa, lo si nasce e, secondo molti studi la causa potrebbe essere genetica. Quinto, l’autismo non è un errore della natura ma un’espressione di “neurodiversità”: conoscere le peculiarità di ogni individuo autistico servirà ad aiutarlo ad esprimersi, ad imparare e a relazionarsi con gli altri. Sesto, gli autistici non sono solo persone diversamente abili da assistere ma sono spesso capaci di contribuire allo sviluppo della società e di svolgere attività lavorative, specialmente nel campo della tecnologia. Infine, le persone con autismo non solo apprendono ma soprattutto insegnano: ad essere sinceri, onesti e a non giudicare.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati