SuperAbile






In In Europa

Notizie


Parchi accessibili, in Irlanda del Nord le famiglie chiedono più servizi

Pochi giochi adatti a tutti i bambini e spesso senza spogliatoi e bagni adeguati. La denuncia di NI Parents for Change, un gruppo di famiglie di persone disabili che ha deciso di far sentire la propria voce per avere servizi migliori

4 maggio 2017

Sempre più difficile trovare luoghi da visitare per i bambini disabili dove non si sentano emarginati. E’ quanto sostiene uno dei fondatori della campagna per chiedere servizi migliori per i bambini disabili nell’Irlanda del Nord. A parlarne è la BBC in un articolo sui propri canali online. Sono state le madri di tre bambini della Hill Croft Special School in Newtownabbey a dare il via alla campagna
NI Parents for Change. Tutto è iniziato quando in un parco giochi all’aperto le diverse famiglie si sono ritrovate di fronte ad un solo gioco adatto ad una persona su una sedia a ruote e alla mancanza di bagni e spogliatoi adeguati.
 
“Non c’è dignità”, denunciano le famiglie. “E’ sempre più difficile trovare posti dove con i nostri bambini non ci sentiamo emarginati. Se abbiamo bisogno di un bagno non c’è nessun posto dove andare. Cosa dovremmo fare, restare a casa?”. Eppure, spiegano, la normativa prevede bagni anche per disabili. Parchi con strutture adeguate anche ai disabili ce ne sono, ma spesso occorre spostarsi per diversi chilometri. Una carenza di parchi accessibili che invece, lamenta una delle madri intervistate, non la si trova in altri paesi, sia europei che oltreoceano. "Sembra che la disabilità venga spinta sotto ad un tavolo per non pensarci - racconta una madre -. Eppure non si sa mai quando bussa alla porta. Non bisogna nascere necessariamente disabili, può accadere in qualsiasi momento nella vita”.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati