SuperAbile







Grigris, al cinema il Ciad racconta la disabilità



a cura di mschianchi

11 luglio 2013

Non vorrei trovarmi di fronte ad un prodotto consolatorio, questo è il mio auspicio quando nelle prossime settimane andrò a vedere un film che certamente non vedremo sui nostri schermi. Si tratta di "Grigris", film presentato in concorso all'ultimo Festival del cinema di Cannes. È stato l'unico film a rappresentare il continente africano, il regista viene dal Ciad e si chiama Mahamat-Saleh Haroun, e parla di disabilità. Il protagonista è una persona con una grave menomazione ad una gamba, una situazione che domina la sua esistenza e il grave bisogno di denaro della sua famiglia: di giorno è il "povero handicappato", mentre di notte si trasforma in uno "strano ballerino". Non so altro.

Andrò a vederlo non tanto perché parla di disabilità, ma perché interessato dalla narrazione. E se un film africano mi facesse vedere cose che non conosco, attraverso codici che faccio fatica ad interpretare immediatamente? Sarei lo spettatore più felice, anche se il film, magari, non dovesse piacermi. Abbiamo infatti bisogno di questo, quando raccontiamo le disabilità. Uscire da scenari che conosciamo fin troppo bene, almeno in superficie. Eliminare tutta quella consolazione, che ci viene dai lieti fine, ma anche dai finali tragici che non facciamo fatica a raccordare a esistenze vere. Saltare la logica dell'appetibile (cioè del puro intrattenimento) giustificato dall'idea che sennò la disabilità è la solita tragica mappazza strappalacrime! Abbiamo bisogno di conoscere realtà, codici, narrazioni realmente differenti, capaci di farci imparare perché ci mettono in discussione. Questo vorrei vedere, in quel film.

Commenti

torna su

Stai commentando come

  • Francesco
    soprattutto poi fammi sapere come riuscirai e dove vedrai il film

  • matteo schianchi
    Sono riuscito a vederlo, oggi, a Parigi, e merita davvero. Se qualcuno si trovasse in Francia o svizzera francese non esiti ad andare a vederlo, non importa quanto sappiate il francese.



Procedure per

Percorsi personalizzati