SuperAbile







Tutti vogliono il tesoretto

20 aprile 2019

Di certo non c’è ancora niente, ma la sola possibilità di una quota di risorse economiche a disposizione è bastata per avviare un dibattito. Le domande per il reddito di cittadinanza che vengono accolte sono un numero considerevolmente più basso rispetto a quello preventivato quando si sono fatti i conti: così, dei miliardi stanziati, una parte alla fine dell’anno 2019 non sarà stata utilizzata. Quanto? Difficile oggi fare i conti: almeno mezzo miliardo, forse un miliardo e mezzo.
 
C’è chi chiede che vengano utilizzati per l’aumento delle pensioni di invalidità, che restano ad un livello davvero basso. C’è chi preferisce che vengano investiti nell’aiuto alle famiglie, specialmente quelle con più figli. C’è chi chiede che rimangano dentro il meccanismo del reddito di cittadinanza e siano usate per aumentare le scale di equivalenza e rafforzare le posizioni dei nuclei con figli e con componenti disabili.
 
Restano due fatti. Il primo è che il risparmio al momento è solo preventivato, e sarà ufficiale solo alla fine dell’anno. Tradotto: quei soldi prima non si possono usare. Il secondo è che difficilmente potranno essere usati per così tanti scopi, anche perché sono stati finanziati in deficit, e le procedure di infrazione dell’Unione Europea sono sempre dietro l’angolo. Forse, in questi giorni, l’ottimismo è ingiustificato.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati