SuperAbile







La metropolitana milanese e il tagliando accessibile

16 gennaio 2019

Ora ci sono 7 milioni di euro e l’inserimento nel Piano triennale delle opere pubbliche, 2019-2021. Il comune di Milano compie un passo decisivo per l'abbattimento delle barriere architettoniche in sette fermate della linea 2 della metropolitana milanese. Sono le fermate sull'asse per Gessate, quindi le stazioni fuori dal confine del Comune, con l’aggiunta di due ascensori nelle stazioni M2 di Porta Genova e Moscova.
 
Non è questione di giorni, né di mesi. Il 2019 se ne va tutto in progettazione e gare di appalto, i lavori dovrebbero iniziare nel 2020. Per essere conclusi, si spera, secondo tabella di marcia. L’accessibilità delle metropolitane è un tema che riguarda la vita concreta di milioni di persone, e non solo a Milano: ben vengano naturalmente le novità, anche se la tentazione dello scoraggiamento – di fronte alla complessità dell’abbattimento delle barriere – è molto forte: il servizio metropolitano di una grande città come Milano da lungo tempo avrebbe dovuto essere accessibile. Lo sarà, ed è un passo avanti.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati