SuperAbile







Sul tavolo del premier

17 settembre 2018

L’interlocuzione con la politica va sempre portata avanti, ed è una delle attività che le realtà rappresentative di pezzi di società hanno il compito di realizzare. Lo fanno tutti ed è pertanto giusto che lo facciano anche le federazioni delle associazioni di persone con disabilità. Negli ultimi anni, però, non si era mai visto un incontro di Fish e Fand con il presidente del Consiglio dei ministri. C’erano state occasioni di incontro con alcuni esponenti politici, con gli interlocutori ministeriali, anche con il ministro del Lavoro o con i suoi viceministri e sottosegretari. Ma con il premier no, niente di paragonabile all’incontro avvenuto a metà settembre. Niente di paragonabile soprattutto per l’ampiezza dei temi in campo, di fatto tutti quelli che interessano le persone con disabilità.
 
E’ chiaro che l’attenzione di un premier alle linee di indirizzo (sarà poi il ministero dedicato a fare da cabina di regia degli interventi concreti) è un fatto rilevante. Altrettanto evidentemente non è risolutivo, e non è garanzia – da solo – di successo e di buoni risultati. Ma è un inizio che val la pena di sottolineare, in attesa che si entri nel lavoro concreto.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati