SuperAbile







Segregati fuori casa

14 febbraio 2018

L'obiettivo non è quello di trasformarsi in sceriffi, ed è proprio per questo che si tratta di una buona notizia: il monitoraggio e il controllo delle strutture per persone disabili, residenziali e semi-residenziali, promette di essere un lavoro serio e capace di portare frutti. Lo compie la struttura del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, l’organo a cui nel nostro paese è stato attribuito, sulla base della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, il compito di monitorare le strutture per persone con disabilità a potenziale rischio di trattamenti inumani o degradanti. Oltre 13 mila le strutture mappate con 220 mila ospiti fra anziani non autosufficienti e persone con disabilità. Ci saranno visite a campione, ma l'obiettivo è quello di innalzare la consapevolezza per tutti. Per fare in modo che sempre sia mantenuta la possibilità di scelta e di autonomia.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati