SuperAbile







Fuori i numeri

17 giugno 2017

Storicamente, è certamente vero che c’è sempre stata grande difficoltà a raccogliere (e poi a valutare) i dati relativi alla presenza delle disabilità nella società italiana. Difficile avere dati certi, numeri sicuri, cifre che rappresentassero la fotografia di un dato fenomeno e la base per poter valutare l’efficacia di azioni e di politiche.
 
Ecco perché è una buona notizia l’intenzione dell’Istat, che ha inserito nella programmazione per il triennio in corso l’elaborazione di un Registro sulla disabilità, che sarà realizzato grazie all'integrazione delle fonti statistiche e amministrative che contengono dati sulle persone con disabilità”.
 
Insomma, una grande raccolta di dati già esistenti, a partire dalle fonti statistiche che descrivono le condizioni di vita delle persone con disabilità (le indagini sulla salute, sulla vita quotidiana, ecc), per continuare con le fonti amministrative contenenti invece informazioni relative alle politiche di welfare di cui sono destinatari (per es. pensioni, certificazioni legge 104/92, inserimento lavorativo, ecc)”.
 
Già questo fa capire che i tempi non saranno brevissimi, ma visto il punto dal quale si parte c’è quanto meno la consapevolezza dell’importanza di un primo passo in tal senso.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati