SuperAbile







Agevolazioni per l'accesso ai luoghi del tempo libero e della cultura

Agevolazioni economiche sull'acquisto dei biglietti di ingresso ai luooghi della cultura e del tempo libero

28 marzo 2018

Prendiamo spunto dalle molteplici richieste arrivate al nostro servizio informativo sul tema delle agevolazioni economiche previste a favore delle persone con disabilità nell'accesso ai luoghi del tempo libero.

Segnaliamo che non vi è una normativa nazionale a regolamentare la gratuità nell'ingresso a stadi, piscine, cinema, teatri, parchi di divertimento, eventi  e similari da parte di persone con disabilità e loro accompagnatore.

Spesso, è consuetudine dei gestori di tali luoghi offrire biglietti omaggi o riduzioni a favore di specifiche categorie di utenza, tra le quali possono esservi le persone con disabilità e/o loro accompagnatore.Tuttavia, ribadiamo che le strutture e gli organizzatori di eventi non hanno l'obbligo di concedere le agevolazioni in argomento.

Avvalersi dell'eventuale agevolazione sull'acquisto del biglietto di ingresso non vincola la persona con disabilità a farsi accompagnare sempre dalla stessa persona. Soltanto al momento di acquistare un abbonamento è bene informarsi dal venditore del medesimo su cosa prevede in merito.

Inoltre, per sapere su quali disabilità e con quali percentuali di invalidità é applicata l'eventuale facilitazione, nonché quale documentazione mostrare per avvalersene, è necessario rivolgersi direttamente alle strutture e/o organizzatori di eventi di proprio interesse. 

In alcuni casi, le associazioni di categoria delle persone disabili presenti a livello locale stipulano, a favore dei propri associati, convenzioni con i gestori delle strutture per il tempo libero. Informazioni su tale possibilità vanno richieste direttamente alle associazioni di cui si è soci (es. AIAS, AISM, UILDM etc.).

Per quanto riguarda invece l'accesso ai luoghi della cultura, il Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali del 20 aprile 2006, n. 239 ha previsto espressamente che l'ingresso gratuito agli istituti e luoghi della cultura (musei, biblioteche e archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali) sia consentito «...ai cittadini disabili dell'Unione Europea e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria..».
E' evidente che la normativa appena richiamata non specifica la percentuale di invalidità che attribuisce il diritto alla gratuità dell'ingresso; per esperienza -normalmente- l'agevolazione tiene conto di persone con disabilità importanti e/o che necessitano di accompagnatore.

Fermo restando quanto chiarito, ribadiamo che per sapere come si orienta il luogo di interesse culturale che si intende visitare, anche in questo caso è opportuno contattarlo preventivamente chiedendo quale documentazione esibire per avvalersi del diritto laddove riconosciuto.

 

di D.V

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati