SuperAbile






In Accessibilità


Il progetto A.L.L. - Across the Lombards’ Lands - è good practices del turismo accessibile

Il Progetto è stato inserito dalla Commissione Europea tra le buone pratiche del programma COSME, selezionato tra quelli realizzati nei paesi europei.

10 aprile 2019

Il 19 marzo 2019 è stato presentato a Bruxelles durante la Showcase Conference on Tourism organizzata dalla Commissione europea che, nell’ambito del programma europeo COSME, ha selezionato quattordici progetti a tema turistico, considerati good practices.
Tra questi, il Progetto A.L.L. ha realizzato una serie di prodotti per la promozione di alcuni siti longobardi in Italia e Slovenia, con attenzione al viaggiatore- visitatore- turista con disabilità.
 
Il punto di forza del progetto è l’offerta di un prodotto turistico adatto ad un’utenza ampia. Ha preparato strumenti e contenuti informativi da utilizzare sia prima del viaggio che durante la sua realizzazione, per scegliere e valutare anticipatamente la qualità delle destinazioni e fruirne in modo consapevole. Prerogative principali del turismo accessibile.
Ha coinvolto “coloro che creano le condizioni nel turismo”: operatori (gestori delle strutture, agenzie, ecc.), gestori dei luoghi (pubblici e privati), nella costruzione dei contenuti che attraverso le mappe interattive e gli itinerari virtuali – disponibili online- consentono di visionare le informazioni sulle condizioni di accessibilità e sui servizi turistici dei territori. Nei luoghi è possibile approfondire la conoscenza dei Longobardi attraverso l’attivazione di QR Code posizionati nei pressi dei punti d’interesse in Italia presso: Spoleto (tra questi: la Basilica di San Salvatore, uno dei sette luoghi italiani facenti parte del sito UNESCO “Longobardi in Italia: i luoghi del potere (568-774)”), Campello sul Clitunno, Trevi e in Valnerina; in Slovenia a Lubiana, Kranj, Bled e Celje.
 
Oltre alla disponibilità dei pacchetti turistici e degli itinerari già pronti, sempre nel sito web del progetto, c’è il Toolkit per le imprese, utile anche solo per ampliare la conoscenza dell’argomento del turismo accessibile.
Con questo strumento, chiunque voglia avvicinarsi e sviluppare un’offerta con una maggiore attenzione ad un target ampio, può accedere alla formazione per imparare l’utilizzo degli strumenti di raccolta dati e fornire informazioni in merito all’accessibilità delle strutture.
Questo importate risultato del Progetto A.L.L. è frutto dell’impegno dei Partner, con capofila e coordinatore del progetto la Incipit Consulting Società Cooperativa, che cominciando dall’analisi preliminare sulla domanda di questo specifico prodotto turistico “longobardo”, alla mappatura dei luoghi di interesse, passando per lo sviluppo degli argomenti e pacchetti turistici, ha portato alla definizione dei contenuti e allo sviluppo di tutti i prodotti previsti nella proposta progettuale.
 
Il “sistema delle informazioni” - il successo del Progetto A.L.L. è un’ulteriore conferma, anche in ambito europeo - è uno degli aspetti a cui porre la massima attenzione nell’offerta di un prodotto adatto a turisti/clienti con specifiche esigenze. Esso deve creare, la relazione di qualità, indispensabile, tra destinatario e “ coloro che creano le condizioni nel turismo”.
Per il primo deve rispondere alle richieste di pianificazione della vacanza; conoscere le caratteristiche delle strutture turistiche; scegliere la struttura turistica che meglio risponde alle esigenze; fruire degli spazi in maniera autonoma e sicura. Per i secondi avere le opportune conoscenze per dare informazioni sulle condizioni di accessibilità delle destinazioni turistiche con caratteristiche di certezza, affidabilità e completezza. Basate sulla: conoscenza delle effettive esigenze dei clienti; raccogliere e organizzare le informazioni utilizzando strumenti adeguati, che tengano conto delle varie esigenze specifiche; diffusione e distribuire delle informazioni attraverso modalità e canali adeguati.
 
Sempre su questo argomento ricordiamo che la Regione Toscana, con il Decreto del Presidente della Giunta regionale del 7 agosto 2018, n.47/R. ha approvato il Regolamento di attuazione della legge regionale 20 dicembre 2016 n. 86 - Testo unico del sistema turistico regionale – che, intervenendo su diversi ambiti di interesse del settore, indica gli obiettivi del turismo accessibile, definendo come requisito imprescindibile della qualità dei servizi: l’informazione sull’accessibilità delle strutture.
Il regolamento di attuazione ha previsto, entro il 31 marzo 2019, nella prima fase di attuazione e salvo comprovata impossibilità, che le strutture ricettive e gli stabilimenti balneari predispongano nel loro sito web una sezione dedicata all’accessibilità e nel materiale promozionale cartaceo, inseriscano le informazioni secondo lo schema dell’allegato nel regolamento relativamente alle condizioni di fruibilità della struttura.
 
È possibile consultare tutti i documenti e prodotti nel sito web del Progetto A.L.L.
 
 
© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore

di Giuseppina Carella

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati