SuperAbile






In Accessibilità


Sviluppo del turismo accessibile nel disegno di legge sul turismo

La Camera ha approvato il 10 luglio 2019 il disegno di legge – Delega al Governo in materia di turismo- ora all’esame del Senato.

31 luglio 2019

Il disegno di legge - DDL n. 1413 - conferisce al Governo la delega ad adottare, entro due anni dalla data di entrata in vigore della legge, uno o più decreti legislativi in materia di turismo. L’intento è attivare una serie di iniziative e attività promozionali unitarie a livello nazionale, contrastando la frammentazione dell’offerta turistica, senza sovrapposizione con la podestà legislativa delle Regioni che, sulla materia, hanno competenza esclusiva, derivante dalla riforma del Tiolo V della Costituzione.
 
Il Governo individua i principi e i criteri direttivi, riferiti a diversi aspetti (all’art.2 del DDL) ai quali dovrà attenersi nell’esercizio della delega. I principi e criteri elencati costituiscono “l’indirizzo” che darà corpo ai decreti legislativi e il turismo accessibile è tra questi, evidenziando l’interesse verso una maggiore incisività degli obiettivi da perseguire anche rispetto alla riconosciuta trasversalità dei principi dell’accessibilità turistica, come già emerso nel Piano strategico del turismo 2017-2020 approvato nel 2017 al quale è seguito il Piano Straordinario della Mobilità Turistica (PSMT) 2017-2022 per favorire la connessione tra le risorse turistiche e la loro accessibilità.
 
Pertanto all’articolo 2 comma 2, lettera l del disegno di legge approvato è promosso lo sviluppo del modello di turismo accessibile, inteso come sistema integrato di offerta turistica in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle persone, da realizzare attraverso la realizzazione di progetti e programmi.
 
L’intento è favorire l’accesso all’esperienza turistica indipendentemente dalle condizioni personali, sociali ed economiche. Questo verrà perseguito con, innanzitutto, l’armonizzazione della normativa nazionale alla Convenzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, fatta a New York il 13 dicembre 2006, ratificata ai sensi della Legge 18/2009.
E con le altre azioni che sono: la formazione di figure professionali specializzate; la riqualificazione e valorizzazione di immobili del patrimonio pubblico da destinare ad attività dell’offerta turistica; la promozione di iniziative rivolte a rispondere alle esigenze di persone con allergie e con intolleranze alimentari; la promozione di specifiche offerte per la destagionalizzazione dei flussi turistici.
Inoltre, è indicata l’istituzione di un brand “Turismo accessibile Italia” e la realizzazione di una “rete accessibile” tra organizzazioni e enti sia pubblici che privati, in particolare con le associazioni e le organizzazioni maggiormente rappresentative che operano in questo contesto con lo scopo di promuovere un’offerta inte­grata di servizi turistici.
 
Per ulteriori approfondimenti e aggiornamenti è possibile accedere al sito web del Senato della Repubblica.
 
Documenti di riferimento
 
 
© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore

di Carella Giuseppina

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati