SuperAbile






In Accessibilità


Prove di soccorso per persone con disabilità uditiva ad Amalfi

Il 24 ottobre 2013 si è svolta ad Amalfi l’esercitazione internazionale Twist - Tidal Wave in Southern Tyrrhenian Sea – dove sono state testate procedure di evacuazione per persone con disabilità uditiva, motoria, psichica e sensoriale. Particolare interesse riveste la modalità di soccorso messa in atto per le persone con disabilità uditiva attraverso il sistema sperimentale "115 for deaf".

8 novembre 2013

 

di  Daniela Orlandi

I Vigili del Fuoco e il Dipartimento della Protezione Civile sono impegnati  da tempo in attività che vedono il coinvolgimento di persone con disabilità per migliorare il soccorso in caso di emergenza, ma anche le condizioni che immediatamente seguono, come l’assistenza post-intervento.

Il 24 ottobre 2013 si è svolta ad Amalfi l’esercitazione internazionale Twist - Tidal Wave in Southern Tyrrhenian Sea – dove sono state testate procedure di evacuazione per persone con disabilità uditiva, motoria, psichica e sensoriale.

Particolare interesse riveste la modalità di soccorso messa in atto per le persone con disabilità uditiva.

Uno dei principali problemi di chi ha un deficit uditivo è la comunicazione e in una situazione di emergenza in cui è vitale richiedere il soccorso, comunicare la propria posizione, accertarsi che il messaggio sia giunto a destinazione in maniera inequivocabile, diviene essenziale trovare forme alternative di comunicazione.

Durante l’esercitazione è stato utilizzato un sistema sperimentale che permette di effettuare lo scambio di messaggi tra le persone sorde e i servizi di soccorso.

 

L’operazione Twist di Amalfi è iniziata proprio con l’evacuazione di una persona con disabilità uditiva soccorsa utilizzando il sistema sperimentale “115 for deaf”. I Vigili del Fuoco, dopo aver ricevuto la richiesta di soccorso da parte di una persona sorda che si trovava all’interno della Casa comunale di Amalfi, l’hanno raggiunta, si sono relazionati con lei  e l’hanno messa in salvo.

Affrontare e risolvere sul campo aspetti emergenziali ed in particolare il dialogo con una persona sorda sono importanti test che rafforzano le capacità dei soccorritori normalmente acquisite in “aula” e permettono di testare soluzioni e procedure.

Attraverso questo tipo di esercitazioni è possibile  offrire una risposta sempre più efficace a coloro che richiedono soccorso, anche se si tratta di persone con problematiche sensoriali, motorie o cognitive.

 

 

Come funziona l'applicativo sperimentale “115 for deaf"

L’applicativo sperimentale “115 for deaf” può essere utilizzato sia da una postazione fissa che da un dispositivo mobile dotato di collegamento internet (telefoni cellulari smartphone, tablet PC, ectc.). L’utente deve effettuare una registrazione al sistema prima di utilizzarlo. Per richiedere soccorso è sufficiente cliccare sul pulsante adatto e, se necessario, è possibile scrivere un testo per  fornire per indicazioni più precise.  In questo modo la Sala operativa dei Vigili del Fuoco riceve notifica della segnalazione di soccorso e  chi ha richiesto soccorso  legge sullo schermo la risposta dei Vigili del Fuoco.

 

 

 

 

Leggi la scheda completa sull’esercitazione Twist

 

 

Fonti informative e di approfondimento sul tema

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_new.wp?contentId=NEW41894

 

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/che_cose.wp?contentId=APP41896

 

 

 

 

di d.orlandi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati