SuperAbile






In Accessibilità


App e limitazioni uditive: cosa offre la rete oggi

In una prospettiva di soluzioni per l’accesso alla comunicazione anche le applicazioni per Smartphone e Tabet hanno sviluppato delle piattaforme di servizi utili a persone con limitazioni uditive. Iniziamo a scoprirne qualcuna attraverso le prime due schede di sintesi di queste applicazioni.

17 ottobre 2014


di Daniela Orlandi architetto

 

Secondo stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità circa 350 milioni di persone nel mondo hanno problemi di tipo uditivo, il che corrisponde a circa il 7% della popolazione.

Un dato di tutto rispetto, che conferisce estrema importanza agli aspetti della comunicazione e della sua accessibilità.

La perdita o la diminuzione dell'udito possono avere serie ripercussioni nella vita domestica ed in quella di relazione, con varie connotazioni, a seconda dell'età della persona e del deficit uditivo, a meno che non si intervenga con opportune tecnologie o soluzioni per attenuare o risolvere tali problematiche.

In una prospettiva di soluzioni per l’accesso alla comunicazione anche le applicazioni per Smartphone e Tablet hanno sviluppato delle piattaforme di servizi utili a persone con limitazioni uditive.

Talune sono pensate in via esclusiva per questo target di utenti, altre offrono  servizi più integrati, ove possibile, con altri fruitori.

Si tratta in ogni caso di soluzioni utili e interessanti.

Non ci piace frammentare l’accessibilità in segmenti, a seconda degli utenti, e delle loro situazioni di disabilità, ma è un fatto che  alcune esigenze richiedono, in alcuni casi, soluzioni mirate, senza nulla togliere al pensiero del Design for All o dell’Universal Design, come è indicato nella stessa Convenzione ONU.

Si va da un’applicazione per la fruizione dei film ad app pensate per servizi utili  nel quotidiano, come comunicare con un'altra persona via telefono o prendere un taxi, accedere al dizionario della Lingua dei Segni, declinata a seconda dei Paesi di provenienza, fino ai servizi per l’emergenza.

Iniziamo a scoprirne qualcuna attraverso le prime due schede di sintesi di queste applicazioni: MovieReading e Pedius.

 

MovieReading


A che serve

Movie Reading è una piattaforma su cui sono caricati  i sottotitoli dei film e  le audio descrizioni. Una persona con limitazioni uditive può visualizzare, sul proprio smartphone o tablet, i sottotitoli dei film all’interno di una sala cinematografica o da casa, guardando la TV o con DVD.

L’app rende possibile seguire tutto lo sviluppo del film, e dei suoi dialoghi, leggendo i sottotitoli dal proprio dispositivo.

I realizzatori di MovieReading sono al lavoro per aumentare la disponibilità dei film sottotitolati ed  a cadenze regolari escono nuovi film.  Obiettivo è avere tutti i film sottotitolati ed accessibili sin dal primo giorno di programmazione o, al più, dopo la prima settimana di proiezione.

Il software di questa app è stato brevettato in tutto il mondo.

 

A chi si rivolge

Si rivolge ad un pubblico con disabilità uditiva, attraverso i sottotitoli, ma contiene anche delle audio descrizioni utili a persone con limitazioni visive.

 

Come si usa

Gli utenti possono scaricare gratuitamente l’app sul loro smartphone o tablet e prelevare i sottotitoli  (o l’audiodescrizione in caso di persona con deficit visivo) del film che vogliono vedere.  Una volta al cinema, con lo smartphone si sincronizza l’app al film che si sta vedendo e si possono così leggere i sottotitoli mentre si guarda il film.

Durante la proiezione non è necessario utilizzare la connessione internet.

 

Su che sistemi opera

iOs, Android, Samsung Apps.

 

Costo

Si scarica gratuitamente, i pacchetti dei sottotitoli sono a pagamento (al costo di1.79 ), ma alcuni film sono gratuiti.  In Italia ci sono dei cinema che scalano il prezzo dei sottotitoli o dell’audiodescrizione dal biglietto, la lista è sul sito web di riferimento.

 

Per scaricare l’app

Su iOS

https://itunes.apple.com/it/app/moviereading/id460349347?l=it&ls=1&mt=8

 

Su Android

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.unimaccess.umaclient

 

Lingue

Italiano, Francese, Inglese, Portoghese

 

Chi l’ha realizzata

Universal Multimedia Access Srl

 

Sito web

http://www.moviereading.com/it/who/

 

 

 

PEDIUS

 

A che serve

E’ una app che permette alle persone con limitazioni uditive di effettuare telefonate verso numeri di rete fissa e cellulari, trasmettendo e ricevendo.

 

A chi si rivolge

Si rivolge a persone non udenti e ipoudenti.

 

Come si usa

L’app funziona con le tecnologie di sintesi e riconoscimento vocale. Dopo il login la persona può effettuare una chiamata.

Chi chiama può scrivere un messaggio di testo o registrare un messaggio vocale. Poi inserisce il numero di telefono del destinatario, e, a telefonata avviata, una voce artificiale leggerà il messaggio al destinatario (o trasmetterà quello vocale). La risposta dell’interlocutore verrà simultaneamente tradotta in testo sul dispositivo. Ma se la trascrizione del messaggio non risulta accurata, l’app mostrerà automaticamente delle alternative o permetterà di chiedere all’interlocutore di ripetere.

 

Su che sistemi opera

Android e iOS

 

Costo

Si scarica gratuitamente, si hanno a disposizione 20 minuti gratuiti al mese per chiamare tutti i numeri di rete fissa nazionale, per i minuti successivi o per chiamare altri numeri è previsto  un pagamento tramite acquisto di pacchetti.

 

Dove si scarica

Per Android

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.client.pedius

 

Per iOS

https://itunes.apple.com/it/app/pedius/id827706039?mt=8

 

Lingue

Italiano, Inglese

 

Chi l’ha realizzata

Pedius srls

 

Sito web

http://www.pedius.org/it/

 

di d.orlandi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati