SuperAbile






In Accessibilità


Accessibilità digitale per postazioni di lavoro di dipendenti disabili: AgID apre la consultazione

L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) ha aperto una consultazione pubblica finalizzata ad accogliere osservazioni e commenti per arrivare alla stesura definitiva delle “Specifiche Tecniche sull’hardware, il software e le tecnologie assistive delle postazioni di lavoro a disposizione del dipendente con disabilità”.

24 luglio 2015

di Daniela Orlandi

 

L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) ha aperto una consultazione pubblica finalizzata ad accogliere osservazioni e commenti per arrivare alla stesura definitiva delle “Specifiche Tecniche sull’hardware, il software e le tecnologie assistive delle postazioni di lavoro a disposizione del dipendente con disabilità”.

Le Specifiche Tecniche in questione riguardano il tema dell’accessibilità digitale e sono state redatte con l’intento di fornire ai datori di lavoro, pubblici e privati, indicazioni per identificare la strumentazione e le tecnologie assistive più adatte, sia in relazione alla disabilità specifica che alle mansioni lavorative da svolgere.

Il documento si rivolge ad un’ ampia platea di destinatari, in cui rientrano non solo gli utenti con disabilità, ma anche tutti coloro che hanno la responsabilità decisionale nell’organizzazione del lavoro e nell’inserimento lavorativo dei dipendenti (responsabili di enti, direttori del personale,  responsabili di unità organizzative e medici competenti della sorveglianza sanitaria.

 

Le Specifiche Tecniche, in linea con la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, potranno migliorare le caratteristiche del lavoro di una persona con disabilità, contribuendo anche al miglioramento dei servizi e della comunicazione web, con ricadute positive in diversi settori tra cui il turismo, i trasporti e il tempo libero.

Come si afferma nel documento, l’accessibilità digitale non è solo un problema di connessione o di banda, “ma è un fattore di qualità che comprende le caratteristiche del software, dei siti web, delle applicazioni, di documenti elettronici, dati e informazioni.

L’adeguamento di una postazione di lavoro è quindi il frutto di un percorso di valutazione centrato sul singolo utente, verso il quale convergono più fattori come le esigenze di servizio,  le mansioni svolte, l’analisi dei bisogni, l’individuazione degli ausili e l’addestramento all’uso delle tecnologie.

 

Procedura attivata per l’elaborazione delle Specifiche Tecniche

Sono diversi i passi procedurali già compiuti dall’AgID per la preparazione di questo documento.

Dopo una fase iniziale di raccolta della normativa esistente e delle fonti si è passati alla consultazione diretta per la condivisione preliminare dei documenti con i principali attori  quali amministrazioni, enti e associazioni. Oggi, attraverso la consultazione pubblica, si vogliono raggiungere tutte le realtà operanti su questi temi per raccogliere commenti ed arrivare ad un testo conclusivo da pubblicare in Gazzetta Ufficiale.

 

Come inviare i commenti

La consultazione diretta, on line, sul sito istituzionale dell’AgID, permette di commentare tre sezioni del documento: Introduzione, Nota metodologica e Allegato B – Sintesi dei prodotti assistivi per disabilità.

Vedi pagina web http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/pubblica-amministrazione/accessibilita/postazioni-lavoro

Oppure è possibile inviare osservazioni su tutto il documento delle Specifiche Tecniche tramite la casella di posta accessibilita@agid.gov.it (link sends e-mail).

La consultazione avrà termine il 4 settembre 2015.

Le Specifiche Tecniche riguardanti il tema dell’accessibilità digitale  per il mondo del lavoro vanno ricondotte all’obbligo da parte di tutti i datori di lavoro di predisporre idonee strumentazioni, ai sensi dell’articolo 4, comma 4, della legge 9 gennaio 2004, n. 4, “Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”.

 

(DO)

 

Nota

Legge 9 gennaio 2004, n. 4

"Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici"

Art. 4.

(Obblighi per l’accessibilità)

4. I datori di lavoro pubblici e privati pongono a disposizione del dipendente disabile la strumentazione hardware e software e la tecnologia assistiva adeguata alla specifica disabilità, anche in caso di telelavoro, in relazione alle mansioni effettivamente svolte. Ai datori di lavoro privati si applica la disposizione di cui all’articolo 13, comma 1, lettera c), della legge 12 marzo 1999, n. 68.

 

 

di d.orlandi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati