SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Bolzano, difficile muoversi in città: la Uic incontra il sindaco

Piste ciclabili e marciapiedi rappresentano il pericolo principale. L’associazione chiede al sindaco segnali acustici e ausili di orientamento. E alla cittadinanza una maggiore attenzione verso chi non vede

12 giugno 2007

BOLZANO – Segnali acustici presso i semafori, punti e ausili d’orientamento sulle piazze, presso le fermate dell’autobus e nei punti di attraversamento. Lo ha chiesto ieri la Sezione Provinciale di Bolzano dell’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti che ha incontrato il sindaco del Comune di Bolzano, Luigi Spagnolli, illustrando le difficoltà che i cittadini con limitazioni visive incontrano nel muoversi in città. Un pericolo è rappresentato anche dalle piste ciclabili, poiché le biciclette non possono essere individuate acusticamente, e soprattutto presso le fermate degli autobus la situazione diventa critica. Ma d’impiccio sono anche i marciapiedi occupati da motociclette, biciclette, cartelli stradali e altri impedimenti. Un appello è quindi rivolto anche a tutti cittadini cui si chiede direttamente “di compiere uno sforzo e pensare che non tutti hanno la fortuna di poter guardare dove si mettono i piedi e di liberare i marciapiedi lungo i cortili privati da rami o altri impedimenti fuoriuscenti”. Apprezzamenti sono stati invece espressi per le linee guida tattili disposte in Municipio.

(17 giugno 2007)

di e.proietti

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati