SuperAbile






In Accessibilità


Progetto di adeguamento di un ascensore (parte prima)

Adeguamento di un impianto ascensori esistente per rendere accessibili i piani superiori di un edificio

13 settembre 2007

scheda di Daniela Orlandi, architetto 

Caratteristiche del progetto
Luogo: Roma
Consulenti: architetti Fabrizio Vescovo e Daniela Orlandi
Collaborazione: architetto Pia Petrangeli
Anno 1998

Per approfondimenti e contatti: architetto Daniela Orlandi, daniela.orlandi@sociale.it

Obiettivi del progetto
La  proposta progettuale riguarda l'adeguamento di un impianto ascensori esistente ubicato in Roma al lungotevere Cenci. La richiesta del committente è di rendere accessibili i piani superiori dell’edificio adeguando l’impianto ascensori. Tuttavia la problematica da risolvere è complicata dal vincolo strutturale del vano ascensori che ne impedisce il suo ampliamento. L’ipotesi studiata si basa su una soluzione alternativa che applica uno schema di manovra previsto dal Decreto Ministeriale 236 del 1989. Con una modifica della cabina dell’ascensore e l’ampliamento della porta si ottiene la prestazione richiesta ovvero la possibilità di accedere all’ascensore da parte di una persona su sedia a ruote. 

Descrizione del progetto 

L’edificio sito in Roma, Lungotevere Cenci, é dotato di due blocchi ascensore, ciascuno composto di due cabine con dimensioni diverse e disposti in corrispondenza dei principali accessi dal Lungotevere.

Gli impianti sono così caratterizzati: 
  • struttura portante del vano in cemento armato, con travi interpiano disposte in direzione trasversale 
  • guide di scorrimento della cabina a distanza reciproca di 152,50 centimetri, disposte sui lati corti del vano
  • ingresso alla cabina centrato rispetto alla stessa
  • porte al piano ad apertura centrale di dimensione complessiva 70 centimetri
  • porte della cabina ad apertura centrale di dimensione complessiva 70 centimetri
  • cabina del blocco ascensori della scala A di dimensioni nette 87 per 140 centimetri, con spessore pari a 3 centimetri circa.
  • Nessuna delle cabine risulta attualmente utilizzabile da parte di persone disabili su sedia a ruote per inadeguata disponibilità di spazi.
schema planimetrico dell'ascensore


figura 1: schema planimetrico dell'ascensore




schema planimetrico del progetto di modifica

figura 2: schema planimetrico del progetto di intervento
















Seconda parte

di d.orlandi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati