SuperAbile






In Accessibilità


Agenzia delle Entrate risponde sull’IVA agevolata nel caso di opere finalizzate al superamento delle barriere architettoniche

L’Agenzia ha risposto ad un interpello di una società in merito all’applicazione dell’IVA nel caso di interventi realizzati per superare le barriere architettoniche.

1 aprile 2020

La domanda è stata formulata da una società, attiva nel settore della progettazione, costruzione e montaggio di sistemi di collegamento verticale, che ha in sospeso il saldo, da parte di un condominio per le opere di fornitura e montaggio di un impianto di sollevamento per persone in vano scala condominiale (nell’ambito di una manutenzione straordinaria), raggiungibile solo dopo aver percorso una rampa di scale, e con caratteristiche non rispondenti alle indicazioni dimensionali all'articolo 8.1.13 del DM 236/89, per le quali il condominio chiede l'applicazione dell'IVA al 4%.
 
Da questa situazione nasce la richiesta di chiarimento rispetto al dubbio: considerare ammissibili alla maggiore detrazione IVA del 4%, gli interventi in deroga ai requisiti minimi dimensionali, ammessi all’articolo 7 del DM 236/89, come nel caso degli interventi realizzati dal condominio.
 
Tra le argomentazione dell’incertezza interpretativa è citato l’ambito di applicazione della agevolazione che la definisce: “diretta a favorire l'esecuzione di opere finalizzate all'adeguamento degli edifici alle prescrizioni contenute nella legge 9 gennaio 1989, n. 13, recante 'Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche'" (al numero 41-ter), della Tabella A, Parte II, del DPR n. 633 del 1972), senza tuttavia precisare la possibilità che venga applicata anche nelle circostanze in cui le soluzioni adottare, consentite dal articolo del decreto citato (art.7), siano tra quelle “in deroga” alle dimensioni prescritte al Capo IV articolo 8 dello stesso decreto.
 
Infatti, ricordiamo, che l’articolo 7 richiamato, consente di discostarsi dall’applicazione delle prescrizioni dimensionali, con:
  • la possibilità di proporre proposte soluzioni alternative alle specificazioni e alle soluzioni tecniche, purché, rispondendo alle esigenze sottintese dai criteri di progettazione, risultino equivalenti o migliorative negli esiti ottenibili;
  • le deroghe ammesse, nelle ristrutturazioni, in caso di dimostrata impossibilità tecnica connessa agli elementi strutturali ed impiantistici.
 
Nella Risposta n.3 del 13 gennaio 2020 l’Agenzia ha argomentato, richiamando la normativa e precedenti pareri, e chiarendo la natura oggettiva della agevolazione rivolta ai beni/prodotti e alle prestazioni e servizi direttamente finalizzati al superamento delle barriere architettoniche.
L’agevolazione, pertanto, non ha alcuna relazione con la condizione di disabilità della persona acquirente, può essere applicata in qualunque momento di commercializzazione del bene anche nel caso in cui l’acquirente sia un condominio ma, solo a condizione che i requisiti prescritti dalla norma siano rispettati, escludendo le soluzioni alternative e in deroga, prive di tali caratteristiche.
E, ha concluso: “si ritiene che la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento all'eliminazione delle barriere architettoniche possa beneficiare dell'aliquota IVA ridotta del 4 per cento, nella misura in cui le stesse rispondano alle peculiarità tecniche indicate dall'articolo 8.1.13 del D.M. n. 236 del 1989”.
Per questo, per il caso esposto, non può essere applicata l’IVA al 4% dal momento che la soluzione è in deroga alle prescrizioni dimensionali prescritte e per questo non applicabile.
 
 
Documenti di riferimento della Agenzia delle Entrate
  • Risposta n.3 del 13/01/2020 - Articolo 11, comma 1, lett.a), legge 27 luglio 2000, n.212 - Aliquota IVA opere finalizzate al superamento di barriere architettoniche 
  • Risposta n. 18 del 24/07/19 - Consulenza giuridica – Chiarimenti in materia di aliquote IVA e ritenute d’acconto applicabili alle diverse operazioni aventi ad oggetto ascensori, ivi comprese quelle finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche- 
  • Risoluzione del 25/06/2012 n.70/E
 Normativa
 
 
 
 
© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore

di Giuseppina Carella

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati