SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


In Lombardia sì al registro telematico delle barriere architettoniche

I piani di eliminazione delle barriere architettoniche dovranno essere dichiarati dai Comuni in un apposito registro regionale: lo prevede il progetto di legge che ha avuto il via libera dalla commissione Territorio

24 febbraio 2020

MILANO - I piani di eliminazione delle barriere architettoniche in Lombardia dovranno essere dichiarati dai Comuni in un apposito registro regionale: lo prevede il progetto di legge (relatore Gabriele Barucco, Forza Italia), che ha avuto il recente via libera a larga maggioranza dalla commissione Territorio presieduta da Claudia Carzeri (Forza Italia).

"La proposta -ha detto Barucco- modifica la legge regionale 6/1989 sull'eliminazione delle barriere architettoniche e istituisce, presso l'Assessorato competente in materia di lavori pubblici, il Registro regionale telematico dei piani di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba). Uno strumento importante, che consentirà, fra le altre cose, alla Regione di individuare le amministrazioni comunali adempienti e quelle che non lo sono".
Astenuti i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle e il consigliere di +Europa-Radicali Michele Usuelli. In vista della discussione finale in Aula, la consigliera PD Carmela Rozza ha anticipato la presentazione da parte del suo gruppo di un ordine del giorno per "ammodernare la legge 6/1989". Un ordine del giorno in Aula verrà presentato anche dalla consigliera Barbara Mazzali (FdI), per chiedere più risorse per i piccoli Comuni che potrebbero trovarsi in difficoltà nel mettersi a norma a causa dei costi da sostenere.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati